Follie russe a Lacco Ameno: nel golfo di Napoli lusso e yacht da sogno

di Massimo Zivelli

0
  • 7
Ariela, Libano, Apogee, Unicorn, Scirocco, Nyota, World is not Enough, Ocean Paradise, H. Mim. Questi i nomi dei panfili di lusso che nelle ultime ore hanno preso letteralmente d'assalto il Molo Seventh'Heaven di Lacco Ameno, la struttura per mega yacht gestita dalle società di Massimo Luise. A bordo, oligarchi russi, dignitari arabi, ricchi libanesi. E di ricchi e potenti, ci sono praticamente quasi tutti ormeggiati al molo del lusso. Dai collaboratori del presidente della Federazione Russa, Vladimir Putin, dei quali per riservatezza la società non fa i nomi, a due principi della famiglia reale saudita, fino ai famigliari del presidente libanese Michel Aoun, ed a quelli del potente immobiliarista olandese Frank Zweegers (arrestato su ordine dell'interpol mentre era sul suo panfilo a Capri, per una questione di tangenti). E ancora, da Singapore, Adrian Lee, il miliardario che detiene una grande catena a livello mondiale di alberghi, resort e ristoranti.
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO:
  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet
SCOPRI LA PROMO



Mercoledì 25 Luglio 2018, 11:06 - Ultimo aggiornamento: 25-07-2018 11:07
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

QUICKMAP