Vacanze, boom di prenotazioni fuori stagione: «Più 20% tra aprile e maggio»

Giovedì 16 Gennaio 2020
I mesi di aprile e maggio sono sempre più scelti dagli italiani per un break con i propri amici o con la famiglia per spezzare la quotidianità lavorativa in attesa delle vacanze estive.

«La destagionalizzazione della vacanza è un trend che ormai è partito da tempo, ma nel 2019 e nel 2020 abbiamo registrato un particolare picco di prenotazioni con un incremento del 20% rispetto al passato», ha sottolineato Leonardo Massa, country manager di Msc Crociere. «Le persone sono alla ricerca di una formula di vacanza non eccessivamente costosa e la formula delle crociere nel Mediterraneo risponde perfettamente a questa esigenza. Le nostre navi partono da 15 porti in tutta Italia, quindi è possibile scegliere quello più vicino alla propria città di residenza per riuscire a scoprire i luoghi più belli del Mare Nostrum senza mai dover rifare e disfare le valigie».

Secondo una ricerca di Msc Crociere, i motivi del successo delle vacanze ad aprile e maggio sono cinque: la stagione primaverile offre il clima certamente più favorevole per scoprire nuovi luoghi e visitare nuove città, con meno rischi di maltempo e senza il caldo afoso dei picchi estivi; le destinazioni turistiche, anche quelle più gettonate, sono ancora poco affollate rispetto ai periodi di alta stagione. È quindi possibile visitare musei, chiese, siti culturali e altre attrazioni turistiche in piena tranquillità, senza lunghe file e senza alcuna rinuncia, con un risparmio di tempo e di stress; spesso tra le vacanze di Natale e quelle estive l’attesa è interminabile e si arriva a luglio e agosto senza più energie per l’attività lavorativa. Un break primaverile, non necessariamente nella settimana di Pasqua, permette di staccare la spina e ricaricarsi per arrivare all’estate senza stress eccessivo; rispetto all’alta stagione, prenotare una crociera all’inizio della primavera consente notevoli risparmi, senza rinunciare alle comodità e a quei servizi che consentono di rilassarsi e vivere un’esperienza di vacanza da ricordare positivamente; nelle strutture ricettive c’è una disponibilità più ampia che permette ai viaggiatori una maggior possibilità di scelta a seconda delle proprie esigenze.  © RIPRODUZIONE RISERVATA