Digital Food la tecnologia al servizio dei ristoratori

Digital Food la tecnologia al servizio dei ristoratori
A cura di PIEMME S.p.a - INFORMAZIONE PUBBLICITARIA
Mercoledì 28 Settembre 2022, 17:03
2 Minuti di Lettura

In questo periodo di pandemia che finalmente ci stiamo lanciando alle spalle si è sentita maggiormente la necessità dell’aiuto della tecnologia per fronteggiare le limitazioni imposte dal distanziamento sociale.

Nei ristoranti sono stati limitati i posti a sedere, è stato obbligatorio censire tutti gli ospiti ai tavoli per il tracciamento dei contagi e lunghe code affollavano le pasticcerie per gli ingressi contingentati.

Il personale di sala è stato spesso impegnato in attività supplementari che hanno creato non pochi problemi durante il servizio e gli ospiti hanno dovuto sopportare diverse procedure all’ingresso dei locali.

In questo panorama, Marco Ilardi, imprenditore napoletano che sviluppa applicazioni web e mobile in particolare per ristoranti pasticcerie e pizzerie, si è inventato diverse soluzioni per risolvere i vari problemi che gli presentavano i suoi clienti, tra cui il noto Don Alfonso 1890, uno dei più importanti chef italiani di tutti i tempi.

Marco Ilardi ha deciso di raccontare in un libro chiamato Digital Food le sue esperienze informatiche in questo periodo di lockdown con lo scopo di aprire la mente ai ristoratori, ai pasticcieri, a tutti coloro che operano nel settore Horeca evidenziando con casi pratici che l’innovazione tecnologica non deve essere per forza vista come un ostacolo alle proprie attività, ma spesso è una leva per aumentare i profitti e soprattutto la produttività dell’azienda. Questo a prescindere dalla fine del distanziamento sociale.

Digital food non è il solito libro che parla di marketing digitale per il ristoratore, è un libro che apre la mente a nuove idee per portare innovazione con minore spreco di risorse ed aumento della produttività grazie all’aiuto della tecnologia.

Si parla inoltre di tecnologie emergenti come la blockchain nella tracciabilità alimentare oppure l’utilizzo dei NFT nelle cantine vinicole prestigiose.

Il libro è disponibile in formato Kindle su Amazon e diverse piattaforme, ma è possibile anche ordinarlo in formato cartaceo nelle migliori librerie.