Lavastoviglie da incasso: come scegliere

A CURA DI PIEMME S.p.a
La lavastoviglie da incasso è una tipologia di elettrodomestico fondamentale che permette di non perdere tempo e non stancarsi. Infatti si ha la possibilità di lavare i piatti con il minimo sforzo ed inoltre si avrà la cucina sempre ordinata. Bisogna però sfatare il falso mito: le lavastoviglie diversamente da quanto si crede non consumano più delle quantità d'acqua di quelle necessarie per pulire i piatti a mano.
 
Online e soprattutto su prezzoforte sono disponibili tantissimi modelli.
Prima di un acquisto è bene valutare alcune caratteristiche come ad esempio la dimensione, il numero di servizi che si può pulire contemporaneamente durante un unico lavaggio, la tipologia di programmazione disponibile e, cosa più importante, la classe di consumo energetico.

Stile
Esistono modelli di lavastoviglie da incasso che possono essere a scomparsa totale o delle tipologie che, dopo essere state installate, si adeguano in maniera perfettamente eterogenea allo stile della cucina e riescono a restare completamente nascoste tanto da possedere il proprio pannello dei comandi nascosto. Va precisato che la decisione riguardante la tipologia di integrazione dipende solamente dal proprio gusto personale, rispetto anche lo stile della propria cucina, e non condiziona in nessuna maniera l'efficienza di una lavastoviglie.

Capacità coperti
Tra le caratteristiche principali e fondamentali di una lavastoviglie da incasso bisogna osservare la capacità di carico che possiede, infatti bisognerebbe optare per il modello che sia adeguato al numero di persone del proprio nucleo familiare. Le lavastoviglie da incasso presentano tutte delle dimensioni standard di sessanta centimetri di larghezza, quindi anche se occupano lo stesso spazio la capacità di carico può essere fortemente diversa. Si parte da lavastoviglie meno capienti che presentano un capacità di dodici coperti fino a lavastoviglie con uno spazio interno organizzato in maniera più efficiente capace di contenere fino a sedici coperti. Il numero di coperti possibili da lavare contemporaneamente dipende dalla quantità di cestelli presenti all'interno, che vanno da due a tre cestelli. 

La maggior parte delle lavastoviglie da incasso, specialmente quelle coperti in più, fino a salire ad un massimo di sedici coperti.

Classe energetica
La proprietà più importante che tutti cercano di controllare prima di acquistare una lavastoviglie da incasso è sicuramente la classe di consumo energetico. Per tutti gli elettrodomestici che vengono esposti viene imposto l'obbligo di etichettatura della classe energetica, quindi si è facilitati nella scelta poiché basterà consultare il contrassegno illustrativo in cui viene riportato il consumo energetico e il consumo idrico del prodotto relativo alla scheda.

Attualmente la catalogazione dei consumi energetici delle lavastoviglie da incasso vanno dalla lettera D, nonché la classe energetica più bassa, fino alla lettera A+++, per i prodotti che presentano un basso consumo energetico. L'attribuzione della classe energetica viene calcolata in base ai consumi di una lavastoviglie programmata con un 'ciclo standard' a settanta gradi centigradi, ripetuto per duecentottanta volte.
all'anno.

Prestazioni
Ovviamente quando si vuole comprare una nuova lavastoviglie da incasso, oltre che prestare attenzione ai consumi ed alla capacità, si cerca il modello che garantisce il miglior lavaggio delle stoviglie. Le lavastoviglie da incasso presenti in commercio garantisco tutte ottime efficienze nei lavaggi, presentando quindi elevati standard, ci sono però gli elementi chiave che riescono a fornire le migliori indicazioni rispetto l'efficienza: nelle schede tecniche vengono riportati, infatti, la durata media di un ciclo di lavaggio standard, la qualità di asciugatura e la rumorosità.


Programmi e funzionalità
Dopo aver ristretto la propria scelta in base alle caratteristiche sopra citate, arriva il momento di scegliere la lavastoviglie da incasso che si vuole acquistare. La scelta finale della lavastoviglie può sicuramente essere orientata delle tipologie di programmi e funzionalità che presente un determinato modello. Ecco alcuni esempi di tipici programmi:

Programma standard- nonché il programma che viene usato come test per la determinazione delle classi dei consumi. Tipicamente è il lavaggio che richiede il maggior tempo e prevede anche un prelavaggio e l'asciugatura.

Programma giornaliero- questo programma per essere completato ha bisogno di molto meno tempo rispetto il programma standard poiché non viene incluso il prelavaggio, quindi si presta più adatto per delle stoviglie più o meno sporche.

Programma cristalli- se si possiedono bicchieri e stoviglie in vetro oppure in cristallo questa modalità di programma è l'ideale perché include un'asciugatura molto più approfondita, così che a programma terminato bicchieri e stoviglie siano senza nemmeno un alone.

Programma rapido- questo programma in genere non prevede la fase di asciugatura ed è adatto per quelle stoviglie non molto sporche.

Programma silenzioso- con questa modalità si ha la possibilità di ridurre drasticamente il rumore prodotto dalla lavastoviglie, generalmente ideato per programmare dei cicli di lavaggi notturni.

Questi sono solo alcuni esempi di programmi che possono avere le varie lavastoviglie da incasso, che variano rispetto le fasce di prezzo. Tipicamente, la maggior parte delle lavastoviglie in commercio, non posseggono più di nove programmi diversi.
 
Venerdì 18 Maggio 2018, 10:48 - Ultimo aggiornamento: 18-05-2018 15:02
© RIPRODUZIONE RISERVATA


QUICKMAP