Mulino Caputo: i dolci di Natale dalle cucine dei pasticcieri alle case

Mulino Caputo: i dolci di Natale dalle cucine dei pasticcieri alle case
di Emanuela Sorrentino
Giovedì 17 Dicembre 2020, 12:00 - Ultimo agg. 19 Dicembre, 07:33
2 Minuti di Lettura

Videoricette e interazioni attraverso il web con i consigli dei grandi maestri dell’arte bianca per essere “vicini” anche da lontano. Quest’anno su iniziativa di Mulino Caputo per chi vuole preparare i classici dolci di Natale in casa arriva - ancor più del passato - un aiuto dalla tecnologia e dai social network senza tralasciare il calore e la genuinità di sempre, che vengono espressi stavolta anche attraverso il web. Così si sta vicini anche se si è lontani condividendo foto dei dolci partenopei fatti tra le mura domestiche, curiosità e segreti ed “entrando” virtualmente nei laboratori degli addetti ai lavori, pronti a fornire dettagli sulle preparazioni. Dalle cucine professionali alle case, insomma. Il consumatore è sempre più consapevole, vuole poter acquistare gli stessi prodotti di qualità che utilizzano chef, pasticcieri e panificatori. Le materie prime usate dagli addetti ai lavori, insomma, come l’intera gamma di farina Caputo o il lievito secco sono disponibili per questo nella grande distribuzione proprio per non spezzare il legame tra virtuale e reale. 

Video

L’opportunità offerta a tutti da Mulino Caputo è quella di fornire al pubblico le basi per replicare i dolci di Natale come struffoli, roccocò o mostaccioli esaltando la tradizione gastronomica napoletana che vede nel Natale la sua massima espressione, con gesti semplici e genuini. «Il consumatore ha esperienza e competenza, conosce tecniche e fa domande sulle materie prime, sulle diverse tipologie di farina, sul lievito secco. Insomma è cresciuto grazie ai professionisti dell’arte bianca che hanno messo da sempre le loro conoscenze a servizio di tutti e ora attraverso le video ricette web ancora di più“, spiega Antimo Caputo, amministratore delegato di Mulino Caputo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA