Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Perché cambiare il materasso almeno una volta nella vita? Ecco la risposta

INFORMAZIONE PUBBLICITARIA
Venerdì 1 Luglio 2022
Perché cambiare il materasso almeno una volta nella vita? Ecco la risposta

Il riposo determina la qualità del nostro stile di vita e il rendimento in termini lavorativi, scolastici e sportivi.

Spesso la notte non dormi bene e ti svegli con il mal di schiena. Hai preso antidolorifici prescritti dal medico di base, poi sei andato dall’ortopedico e hai fatto anche una tac, ma il dolore persiste.

Secondo alcuni studi, un letto scomodo è la causa principale di problemi muscolari e successivamente incide anche sulla qualità del sonno. Se ti svegli spesso o capita di non prendere più sonno, per più volte in una settimana, vivrai le giornate super irritato/a.

Ciò accade perché un materasso vecchio può facilmente causare problemi muscolari essendo incapace di reggere il corpo nella posizione corretta, perché ti fa “affondare” all’interno di esso. Quindi tende ad incurvarsi e la colonna vertebrale con esso. Il risultato di questo sarà un mal di schiena costante.

Spesso si sottovaluta quanto un materasso possa essere in grado di modificare il sonno e di conseguenza lo stile di vita. De Matteo Home ha cura della salute della tua schiena, per questo ti guida in un processo d’acquisto pensato e offre solo materassi di migliore qualità.

Quanto gli italiani cambiano il Materasso?

Da studi condotti nel 2020, si evince che il mercato globale dei materassi è in forte crescita a partire dal 2017. Le vendite sono aumentate di più nell’anno della pandemia, le persone costrette a casa e forse a dormire di più, hanno capito come lo stavano facendo male. Le previsioni di mercato indicano un prossimo incremento di circa il 5,2% nei prossimi anni.

Le persone che acquistano materassi online ormai sono il 66% in più rispetto al 2019, grazie alle molteplici offerte. Questo è stato possibile anche grazie agli sgravi fiscali che il governo ha messo a disposizione e che fino a poco tempo fa, erano solo per le persone con gravi patologie.

Sgravi fiscali sui materassi: come ottenerli

Grazie al Bonus Mobili, istituito nel 2020 e valido fino al 2024, è possibile beneficiare di uno sconto IRPEF del 50% per l’acquisto di nuovi mobili ed elettrodomestici, ma anche i materassi rientrano in questi beni. Si ha con il codice fiscale e la partita iva del titolare degli acquisti, in più bisogna presentare gli scontrini fiscali e la dichiarazione della ristrutturazione.

Oppure come sempre, si hanno sgravi fiscali per l’acquisto di un materasso ortopedico. La detrazione sarà pari al 19% durante la dichiarazione dei redditi, saranno scalati dalle tasse annue.

Valutare le varie tipologie di materasso: una guida efficace

Scegliere il materasso giusto è importante per un corretto riposo. Ecco perché ci sono dei parametri fondamentali da valutare, vediamoli:

  • La rigidità: il materasso non deve essere né troppo rigido né troppo morbido. Ovviamente bisogna valutare le caratteristiche fisiche di chi lo comprerà, se già ha problemi di schiena deve optare per il materasso ortopedico con le sue caratteristiche.

Non deve essere dunque troppo morbido, perché otto ore stesi la spina dorsale ne risente, ma nemmeno troppo rigido perché può provocare problemi al collo.

Negli ultimi anni sono state create tipologie di materasso capaci di sostenere al meglio il corpo come quello in lattice e in memory, scopriamo le caratteristiche.

  • Il materasso in lattice è acquistato dal 67% della popolazione; Esso prende la forma del corpo e si adatta completamente, è adatto a chi si muove molto nel sonno e a chi ha problemi di schiena perché accompagna in tutto e per tutto la posizione.
  • Poi abbiamo il materasso in Memory, anch’esso è attento alla postura e accompagna il flusso sanguigno in modo adeguato per garantire un ottimo riposo. Sul mercato ce ne sono diversi anche anallergici, antiacari e antifungini. Questo è un altro aspetto molto importante, perché la polvere e gli acari possono influire sulla buona riuscita del materasso.

Poi ci sono i materassi a molle sono quelli più antichi e quasi in disuso ormai, perché nel tempo si sono evoluti e sono capaci di dare il giusto comfort ma le molle presenti possono rompersi facilmente col tempo e quindi non riescono poi a sostenere il peso del corpo.

Ultimo aggiornamento: 5 Luglio, 13:05