Vigilanza Prestige, come tutelare l’azienda ed il privato

A CURA DI PIEMME S.p.a - INFORMAZIONE PUBBLICITARIA
Mercoledì 27 Maggio 2020
“L’impoverimento fa da detonatore a tanti focolai di criminalità”: La lettura di Domenico Vergara

“Noi tuteliamo il patrimonio aziendale a 360°, dal contenimento delle differenze inventariali ai beni strumentali, dai beni mobili e quelli immobili”. Parola di Domenico Vergara, direttore tecnico dell’Istituto di Vigilanza Prestige, ex uomo dell’Arma, corpo che lascia per iniziare un’avventura in proprio. “Nel 1993, acquisisco le prime licenze – ricorda – ed inizia così il mio percorso lavorativo da investigatore privato. Già da allora, mi dedico soprattutto al contenimento delle differenze inventariali”. Detta così, una formula alquanto oscura. “Capisco – aggiunge Vergara – e, in sintesi, la spiego in questo modo: dove emergono grossi ammanchi, s’interviene con l’obiettivo di individuare come e dove questi si provochino”. Vigilanza Prestige è quindi frutto di un prolungato background, figlio di un progetto consolidatosi in molti anni. “Certo – dice Vergara – anche perché la Prestige, oggi, ha solo nove anni. Quando ho iniziato, in ottemperanza a quanto previsto dall’art. 134 del Tulps (Testo unico delle leggi di pubblica sicurezza), l’acquisizione delle prime licenze ha rappresentato per me il miglior banco di prova, permettendomi esperienze notevoli d’intelligence e di sicurezza, che ho svolto prevalentemente nella grande distribuzione, con grossi gruppi internazionali e italiani”.



A quanto pare, anno dopo anno, il valore del pedigree cresce. “Per me e il mio team – continua Vergara – ogni conoscenza in più, ogni obiettivo in più, hanno costituito un ottimo volano e, visto il livello del servizio che abbiamo sempre offerto, molte imprese nazionali ed internazionali si sono sempre più affidate a noi”. Bene. Ma in ragione di cosa? “Per loro è stata la soluzione ideale, almeno dopo aver constatato le grosse falle degli istituti di vigilanza a cui si rivolgevano. Questi istituti il più delle volte mancavano di preparazione, sia tecnica che professionale, soprattutto non idonea a supportare aziende profilate su valori importanti, tra l’altro con assetti complessi e dinamiche molto elastiche. Per loro, il nostro contributo ha significato usufruire di un unico interlocutore, per diversi livelli di sicurezza”.
Probabilmente, dal ’93 ad oggi, la situazione sarà un po’ cambiata però. “Solo un po’…? La sicurezza è totalmente cambiata – precisa Vergara – sia sul versante aziendale che su quello privato. Si è verificata una robusta metamorfosi delle normative e, di conseguenza, proprio in virtù di nuove esigenze, gli stessi grandi clienti ci hanno invogliato ad ampliare i servizi. Naturalmente, ciò è avvenuto perché abbiamo sempre dato prova di affidabilità. Da questa spinta, proveniente da parte della clientela, la Prestige ha così ampliato sempre più le proprie licenze”.
Oggi, Vigilanza Prestige è consolidata in ambito nazionale, con un ottimo fatturato e circa 600 dipendenti sul territorio, tra indotto e personale diretto o indiretto. Svolge attività di intelligence, di sicurezza dinamica oltre che di sicurezza statica, ovvero di sicurezza del patrimonio. Si avvale della più innovativa tecnologia, ed è sempre all’avanguardia per quel che riguarda i dispositivi, tutto finalizzato ai vari servizi di security manager piuttosto che di generica sicurezza, da quelli fiduciari alla vigilanza armata e privata. “Purtroppo – conclude Vergara – le odierne fonti di pericolo sono sempre più al passo con le criticità socioeconomiche di questi tempi. Mentre, qualche anno fa, c’era più attenzione verso l’ambito terroristico o verso la criminalità organizzata, attualmente si è inserita anche la criminalità comune, che ha trovato e tuttora trova terreno fertile a causa della crisi, non ultima quella provocata dal Covid-19. L’impoverimento generalizzato sta facendo da detonatore all’accensione di numerosi focolai di criminalità: guardando i numeri, persino i reati minori segnano una tendenza di crescita importante, quadruplicandosi rispetto agli anni scorsi”. Una ragione di più, insomma, per chiedere sicurezza.
www.vigilanzaprestige.com


  Ultimo aggiornamento: 14:42