Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Parthenope, un Ateneo premiato dagli studenti

INFORMAZIONE PUBBLICITARIA
Venerdì 5 Agosto 2022
Parthenope, un Ateneo premiato dagli studenti

Boom di iscritti anche quest’anno. Nuovi corsi a Nola con Giurisprudenza, Economia e Management, Ingegneria per la cybersecurity, Scienze Motorie

Anche quest’anno l’Università degli Studi di Napoli ‘Parthenope’ conferma un trend in ascesa con un aumento degli immatricolati in controtendenza rispetto al dato nazionale. Dopo un aumento del 19 per cento dello scorso anno, quest’anno il dato si consolida con quasi il 3 per cento in più di studenti che scelgono il centenario ateneo partenopeo.

Un risultato che inorgoglisce la comunità universitaria che ha sempre fatto dello slogan ‘da noi non sei un numero’ una vera e propria mission. Gli studenti sono centrali nelle scelte dell’Ateneo statale che dal 1920 ad oggi ha fatto tanta strada, ampliando l’offerta formativa ma mantenendo sempre la propria specificità legata al mare ed al suo indotto ed al rapporto con il territorio.

Ricerca e didattica a braccetto in un percorso in continua crescita: primo Ateneo del centro sud - e tra i primi dieci in Italia - per qualità della ricerca, la Parthenope riesce anche a seguire i suoi laureati nel percorso post universitario, riportando dati sull’occupazione in alcuni settori anche superiori al 70%, al di sopra della media nazionale. Dati certificati dall’Agenzia Nazionale di Valutazione del Sistema Universitario.

Ma l’Università non è fatta certo solo di dati e statistiche, è un sistema vario ed omogeneo, nel quale gli studenti devono confrontarsi, vivendo l’Ateneo come se fosse una loro seconda casa. Ampia l’offerta formativa dei sette dipartimenti afferenti alle due Scuole interdipartimentali di ‘Economia e Giurisprudenza’ e di ‘Ingegneria, delle Scienze e della salute’. Le sedi prestigiose e funzionali situate nel cuore della città, alcune affacciate sullo splendido mare del golfo di Napoli, hanno in dotazione una strumentazione tecnologica innovativa a disposizione di studenti e docenti: dalla centralissima Palazzo Pacanowski a Monte di Dio al polo scientifico del Centro Direzionale, per proseguire con la storica sede di via Acton e la neoclassica Villa Doria d’Angri, sulla collina di Posillipo. Da quest’anno anche la sede di Nola amplia la propria offerta, affiancando al corso di Economia e Management gli ulteriori corsi di Laurea in Giurisprudenza, Ingegneria e Scienze Informatiche per la Cybersecurity e Scienze Motorie (da quest’anno ad accesso libero in tutte le sedi, fino al raggiungimento dei posti disponibili).

Nell’ambito delle attività di internazionalizzazione, l’Ateneo ha attivato 5 corsi di laurea magistrale erogati integralmente in lingua inglese e sottoscritto 150 accordi con università europee per la mobilità erasmus ed è l’unico Ateneo italiano ad avere un accordo con il MIT Sloan di Cambridge USA – la prima Università al mondo nel QS World University Ranking – per l’erogazione del master in Entrepreneurship and Innovation Management.

Internazionalizzazione, ricerca, didattica e terza missione anche nell’agenda del futuro Rettore dell’Ateneo, il prof Antonio Garofalo, eletto da pochi giorni e che subentrerà al prof. Alberto Carotenuto dal prossimo mese di novembre; occhi puntati anche su semplificazione amministrativa e digitalizzazione. Una ulteriore novità sarà la didattica mista che non sostituirà le lezioni in aula, considerate fondamentali, ma sarà un ulteriore strumento per venire incontro agli studenti ed agevolare il loro percorso di studio.