UNISA accoglie i nuovi iscritti: test di accesso e lezioni in presenza. Così ritorna la vita da campus

A CURA DI PIEMME S.p.a - INFORMAZIONE PUBBLICITARIA
Lunedì 20 Settembre 2021
UNISA accoglie i nuovi iscritti: test di accesso e lezioni in presenza. Così ritorna la vita da campus

“Aria da campus” all’Università di Salerno. Da qualche giorno sono tornati in presenza, gradualmente e secondo le misure di sicurezza previste, gli studenti e studentesse iscritti al nuovo anno accademico. Un anno che si prospetta essere ispirato dalla voglia di rivivere nuovamente gli spazi dell’Ateneo e coglierne le nuove opportunità. Il tutto nell’ottica di garantire all’intera comunità una permanenza nei luoghi universitari quanto più possibile serena e organizzata.

Per questo UNISA si è dotata di un Protocollo di Sicurezza - aggiornato ai sensi del D.L. 111 del 6 agosto 2021 - per ripristinare la didattica in presenza per tutti i suoi corsi di studio, prevedendo contestualmente anche l’impiego di metodologie e tecnologie didattiche a distanza.

Test di accesso e di valutazione agli 83 corsi di studio offerti dall’Ateneo sono il primo vero banco di prova per il ritorno alla vita da campus. Numerosi i futuri studenti che in questi giorni stanno raggiungendo l’Ateneo per sostenere le prove di ammissione al corso di laurea prescelto. “Tanta ansia ma anche tanta curiosità di scoprire UNISA” – raccontano sui loro canali social le aspiranti matricole.

Per accoglierle al meglio l’Università di Salerno ha organizzato gli UnisaTour, incontri di orientamento e visite guidate nei luoghi chiave dei campus di Fisciano e Baronossi: il personale del CAOT accompagna i nuovi studenti in un tour esterno alle strutture della didattica e della ricerca (edifici e laboratori), passando per i luoghi di studio e di socializzazione del campus (aula magna, teatro, biblioteche, residenze, mensa centrale e impianti sportivi). Lungo il percorso le future matricole possono anche fruire di esperienze laboratoriali en plein air curate dai singoli Dipartimenti. L'obiettivo dell'iniziativa CAOT è far conoscere più da vicino le strutture e gli spazi di Ateneo e fornire ai futuri studenti una mappa visiva degli spazi che di lì a poco le matricole si troveranno a vivere quotidianamente.

Non aspettavamo altro che tornare a rivedere i nostri studenti popolare gli spazi di questa Università – dichiara la professoressa Ornella Malandrino, delegata all’Orientamento dell’Ateneo - La presenza vitale, gli entusiasmi e la bellezza dei nostri giovani sono elementi imprescindibili per un Ateneo-campus come il nostro. Un benvenuto anche alle famiglie che stanno partecipando agli UnisaTour in programma ancora per tutto il mese di settembre. È bello ed emozionante mostrare loro i futuri luoghi di formazione e di crescita dei propri ragazzi”.