Christian De Sica, vittima delle bufale in rete: dalla bancarotta ad attore più pagato al mondo. «Mo' me compro Facebook»

Christian De Sica, vittima delle bufale in rete: dalla bancarotta ad attore più pagato al mondo. «Mo' me compro Facebook»
Christian De Sica, vittima delle bufale in rete: dalla bancarotta ad attore più pagato al mondo. «Mo' me compro Facebook»
Sabato 29 Ottobre 2022, 15:46 - Ultimo agg. 31 Ottobre, 16:51
3 Minuti di Lettura

Prima in bancarotta, poi tra gli attori più pagati al mondo. Neanche Christian De Sica, attore brillante e dotato di grande autoironia, sa più a quale titolo credere, ma visto che è molto molto ricco, asserisce il sito che non citeremo, è lui stesso a scrivere su Instagram come investirà il suo patrimonio: «Mo' me compro Facebook».

Smart working, quanto mi costi: «Fino a 400 euro l'anno». Rabbia dei dipendenti: «Fateci tornare in ufficio»

Attore incredulo

De Sica non è nuovo ad essere oggetto di bufale della rete, e non perde occasione di sbeffeggiare a suon di post, chi usa il suo nome per aumentare le visualizzazioni sul web. Il titolo in questione scrive: «Christian De Sica e i guadagni folli: il più pagato al mondo | ecco a quanto ammonta il patrimonio».

Cliccando si leggono informazioni molto note e facilmente reperibili ed altre false. Si legge, per esempio, che il giornale People With Money, avrebbe diffuso il fatturato dell'attore, mettendolo al primo posto come attore più pagato al mondo. Ma quella rivista non esiste, almeno online. E ancora che il patrimonio «ammonta a ben 185 milioni di dollari netti». Su questo non possiamo verificare.

Donato Carrisi: «Il mio serial killer? Svelo la solitudine da cui nasce il male». Mistero sul cast

De Sica è un brand

E ancora l'attore più ricco al mondo, avrebbe un noto ristorante che si chiama Le pizze di Papà Christian, possibile che esista ma a Parma (così scrive Google), una squadra di calcio dal nome curioso Gli angeli di Roma, e persino una nota vodka ed un profumo. Insomma una sfliza di marchi di cui forse neanche De Sica sapeva di essere proprietario. Ma forse sono serviti a salvarlo dalla bancarotta, visto che lo stesso sito, appena una settimana fa titolava: «Christian De Sica in bancarotta, “Senza una lira…”. Situazione drammatica da non credere».

© RIPRODUZIONE RISERVATA