Cinema, Hollywood trema, in vetta agli incassi globali non Bond ma il film patriottico cinese "La battaglia del Lago Changjin"

Martedì 19 Ottobre 2021
Cinema, Hollywood trema, in vetta agli incassi globali non Bond ma il film patriottico cinese "La battaglia del Lago Changjin'

'No Time To Die' non è il film con più incassi al mondo in questo momento e neanche 'Shang-Chi e la leggenda dei Dieci Anell' della Marvel. A guadagnare la vetta della classifica è un film di propaganda cinese sulla guerra di Corea degli anni '50, incentrato sulla stori di un gruppo di soldati cinesi che sconfiggono le truppe americane nonostante la grande disparità di mezzi. In sole due settimane dall'uscita, 'La Battaglia del Lago Changjin' ha incassato più di 633 milioni di dollari al botteghino mondiale. Questo lo pone molto più avanti in classifica (e con un risultato raggiunto nella metà del tempo) di 'Shang-Chì che ne ha incassati finora 402. 'La Battaglia del Lago Changjin' è destinato a diventare il film con il maggior incasso di sempre in Cina. Il suo successo è una buona notizia per il settore cinematografico cinese colpito dalla pandemia, con i cinema costretti a chiudere e riaprire più volte negli ultimi due anni.

Ed è una notizia ancora migliore per lo Stato cinese, che sembra aver trovato nel cinema un ottima arma di propaganda di massa. Chi trema invece è Hollywood, che lotta contro il Covid e da anni anche per guadagnare terreno in Cina, il più grande mercato cinematografico del mondo.  Commissionato dal governo cinese, 'La Battaglia del Lago Changjin' è solo uno dei tanti film nazionalisti che sono diventati grandi successi commerciali in Cina negli ultimi anni. Nel 2017, 'Wolf Warrior 2', su un soldato cinese che salva centinaia di persone in ​​un teatro di guerra africano, ha incassato la cifra record di 1,6 miliardi di yuan (238 milioni di dollari) in una sola settimana.

Johnny Depp, delirio alla Festa del Cinema di Roma e show con l’interprete: «Hollywood è un posto dove andare in vacanza»

'La Battaglia del Lago Changjin' è stato prodotto con un budget di 200 milioni di dollari e i tre registi dietro la macchina da presa sono tutti molti noti: Chen Kaige, Tsui Hark e Dante Lam sono tutti celebri registi. Tsui è noto per un sapiente uso degli effetti speciali e i film sulle arti marziali, Lam è famoso per le scene d'azione e le grande esplosioni e Chen è celebrato per i suoi ritratti sensibili delle vite dei cinesi.  Secondo un rapporto dello scorso anno, i boss degli studi hollywoodiani hanno anche cominciato a 'censurarè i film per adattarli al mercato cinese, con casting, contenuti, dialoghi e trame studiati per passare il vaglio della censura di Pechino. Ma questa strada non è garanzia di successo: il fantasy-action 'The Great Wall' del 2016, diretto dal celebre regista cinese Zhang Yimou e interpretato da Matt Damon, è stato criticato sia negli Stati Uniti che in Cina per la sua «narrativa del salvatore bianco». 

Ultimo aggiornamento: 20 Ottobre, 11:17 © RIPRODUZIONE RISERVATA