Dwayne «The Rock» Johnson pensa alla Casa Bianca: avrebbe il voto del 46% degli americani

Sabato 10 Aprile 2021
Dwayne "The Rock" Johnson pensa alla Casa Bianca: avrebbe il voto del 46% degli americani

Secondo un sondaggio pubblicato in questi giorni da Newsweek, se Dwayne "The Rock" Johnson, il granitico protagonista di tanti film d’azione, dalla saga di “Fast&Furious” a “Jumanji”, si candidasse alla presidenza degli Stati Uniti, verrebbe votato dal 46 per cento degli americani. Alcuni giornali notano che tutto è possibile, dopo il caso di Donald Trump eletto soprendentemente quattro anni fa e sconfitto lo scorso novembre. Ma i precedenti ci sono, dall’elezione dell’ex attore Ronald Reagan alla Casa Bianca al mandato come governatore di Arnold Schwarzenegger in California.

 

Lui, “The Rock”, ci scherza su. Ma in realtà sembra pronto per il grande passo. «Non credo che i nostro padri fondatori abbiano MAI concepito che un uomo alto uno e novanta e coraggioso, tatuato, mezzo nero e mezzo samoano, bevitore di Tequila, che guida pick up e che porta curiosi marsupi possa unirsi al loro club - ma se mai succederà sarà un onore servire voi, il popolo». Seguono gli emoticon di rito.

Dwayne “The Rock” Johnson: «Io e la mia famiglia abbiamo avuto il Covid, ora stiamo bene»

Ci starà davvero pensando? A dire il vero “The Rock” non è l’unico attore con qualche chance di sfondare nella politica. Nello stesso sondaggio, effettuato su un campione significativo della popolazione di oltre trentamila persone, Matthew McConaughey avrebbe delle chance se si presentasse per la guida dello stato del Texas, con il 29 per cento delle possibilità in coppia con lo stesso Johnson; e diventare governatore è un obiettivo che l’attore di “Interstellar” starebbe seriamente considerando. 

William, incoronato da Google «uomo calvo più sexy al mondo»: battuti Tyson e Jason Statham

Ma restando alla Casa Bianca, c’è anche Angelina Jolie, che alle urne otterebbe il 30 per cento dei voti. Il 27 per cento sceglierebbe invece Oprah Winfrey e soltanto il 22 punterebbe su Tom Hanks, forse il più “presidenziale” del gruppo. E non è finita: il 63 per cento degli americani sono convinti che le star del cinema potrebbero rivelarsi buoni politici, se dotati di una squadra all’altezza e se possiedono “attitudine” per la cosa pubblica.

 

 

Ultimo aggiornamento: 21:52 © RIPRODUZIONE RISERVATA