Morto il regista ungherese Ferenc Kosa, premiato al Festival di Cannes del 1967 per il film “Diecimila giorni”

Il regista ungherese Ferenc Kosa, premiato al Festival di Cannes del 1967 con il riconoscimento al miglior cineasta, è morto a Budapest all'età di 81 anni. L'annuncio della scomparsa è stato dato dall'Accademia ungherese delle arti. Kosa ha diretto tredici film tra il 1961 e il 1988. Dopo aver realizzato «Studio quotidiano» (1961) e «Luce» (1962), vinse il premio per la migliore regia al Festival di Cannes con il film drammatico «Diecimila giorni» (1967), incentrato sulla storia nazionale ungherese. Il film premiato dalla giuria francese fu proibito in patria dal regime comunisti per i suoi riferimenti alla rivolta antisovietica ungherese del 1956. Tra gli altri suoi film figurano «Fuori del tempo»(1973), «Nevicata» (1974), «Ritratto di un campione» (1977) - storia del campione olimpico Andras Balczo - «Lo scontro» (1980) e «Guernica» (1982). 

 
Giovedì 13 Dicembre 2018, 12:41 - Ultimo aggiornamento: 13-12-2018 13:10
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

QUICKMAP