Johnny Depp contro l'ex Amber Heard: «Mai stato violento, era lei che mi picchiava»

Mercoledì 8 Luglio 2020

Il fatto che Johnny Depp sia stato violento nei confronti dell'ex moglie Amber Heard sono «bugie complete». Lo affermano gli avvocati dell'attore che ha citato in giudizio l'editore di The Sun e l'editore esecutivo Dan Wootton, per un articolo dell'aprile 2018 che lo definiva uno che «picchiava la moglie». Lo riporta un articolo della Bbc. Depp ha sempre strenuamente negato di essere stato violento nei confronti dell'ex moglie, l'attrice Amber Heard. Gli avvocati del Sun, dal canto loro, hanno affermato che la descrizione di «picchiatore della moglie» era «del tutto accurata». Entrambi gli attori erano presenti in tribunale stamane a Londra.

In una memoria scritta sul caso della star di Hollywood, il suo avvocato, David Sherborne, ha dichiarato che l'articolo del Sun ha mosso «accuse diffamatorie della massima gravità» contro Johnny Depp, accusandolo di aver commesso gravi attacchi alla Heard tali da «infliggerle lesioni così gravi da averne messo in pericolo la vita». «Gli articoli equivalgono a un attacco su vasta scala al mio assistito, descrivendolo come colpevole dell'abuso fisico più orrendo». «La posizione del richiedente è invece chiara: le accuse della signora Heard sono menzogne ​​complete. La ricorrente non era violenta nei confronti della signora Heard, era lei che era violenta con lui», ha concluso l'avvocato. 

A presunta conferma della veridicità delle accuse, il tabloid aveva poi pubblicato messaggi dai toni violenti nei quali l'attore parlava di «ammazzare e bruciare» l'ex moglie. Il protagonista della saga Il pirata dei Caraibi, apparso in tribunale vestito di nero, con occhiali da sole e il volto coperto da una mascherina, ha sempre negato ogni colpa, dicendo d'essere stato al contrario vittima di aggressioni fisiche da parte di Amber e che le sue erano solo parole, mosse dall'ira. Nei prossimi giorni sono previste testimonianze in video anche di altre sue ex compagne come la cantante francese Vanessa Paradis e l'attrice Winona Ryder, che difendono Depp. La causa s'era aperta con un'udienza preliminare a febbraio, salvo interrompersi subito in seguito al coronavirus e al lockdown. La sentenza è attesa per fine luglio e potrebbe condizionare anche quella in corso negli Stati Uniti tra i due ex coniugi. 

Ultimo aggiornamento: 15:28 © RIPRODUZIONE RISERVATA