Johnny Depp, la Corte: ha picchiato davvero la ex moglie Amber Heard. La sua legale: «Ripresenteremo prove inconfutabili»

Giovedì 25 Marzo 2021
Johnny Depp, niente appello, la giustizia dà ragione al Sun: ha picchiato davvero la ex moglie Amber Heard

Niente appello. Ha perso, in tribunale, definitivamente Johnny Depp perché non potrà fare appello di fronte alla giustizia britannica contro la sentenza di primo grado che nei mesi scorsi lo ha visto sconfitto a Londra in una causa intentata al Sun: il tabloid che la star di Hollywood aveva querelato per esser stato definito nel 2018 un marito «picchiatore», ma che è stato alla fine assolto (il tabloid) sulla base d'una motivazione che ha riconosciuto come credibili le denunce di violenze e abusi avanzate dall'ex moglie, ex modella e attrice Amber Heard. In sostanza, secondo il tribunale, Depp ha davvero picchiato la sua ex moglie.

 

Johnny Depp senza pace: un intruso in casa sua si fa la doccia e si versa da bere

Johnny Depp, la giustizia gli dà torto: picchiava la ex moglie

L'attore aveva criticato con parole durissime quel verdetto, qualificandolo come ingiusto e annunciando l'intenzione di ricorrere all'istanza di giudizio superiore. Ma la possibilità di andare in appello - che nel sistema britannico deve essere vagliata e approvata da un giudice - gli è stata negata per mancanza di argomentazioni sufficienti dapprima dallo stesso magistrato del primo processo e ora anche da una corte di secondo grado. La sconfitta legale nel Regno Unito diventa così definitiva; e, dopo aver avuto già un impatto pesante sull'immagine e la carriera cinematografica di Depp, potrebbe produrre i suoi effetti anche sui contenziosi giudiziari tuttora aperti fra l'attore e Amber Heard negli Usa.

Dopo un processo di tre settimane nel luglio dello scorso anno, è stata respinta la richiesta di diffamazione della star contro l'editore del Sun, giornale che aveva apostrofato Depp "picchiatore di mogli". Il giudice ha stabilito che Depp, 57 anni, ha aggredito Heard, 34 anni, in una dozzina di occasioni e l'ha indotta a temere per la sua vita tre volte. L'attore voleva andare in appello ma questa possibilità gli è stata negata.

Questo è il commento rilasciato dal legale di Johnny Depp, Joelle Rich di Schillings Partners: «Le prove presentate all'udienza della scorsa settimana (l'appello del signor Depp contro News Group Newspapers LTD) dimostrano ulteriormente che ci sono ragioni chiare e obiettive per mettere seriamente in dubbio la decisione raggiunta dalla corte britannica. Il signor Depp non vede l'ora di presentare la prova completa e inconfutabile della verità nella causa per diffamazione negli Stati Uniti contro la signora Heard, dove dovrà fornire una completa rivelazione».

Johnny Depp contro l'ex Amber Heard: «Mai stato violento, lei mi picchiava». Lo difendono Winona Ryder e Vanessa Paradis

Johnny Depp e Amber Heard, spunta la registrazione in cui lei confessa: «Ti ho picchiato»

Ultimo aggiornamento: 15:16 © RIPRODUZIONE RISERVATA