Keira Knightley: «Ho subito molestie, come tutte le altre donne che conosco»

Martedì 8 Giugno 2021
Keira Knightley a un evento Chanel

Ci sono poche attrici sulla cresta dell’onda come Keira Knightley, due nomination agli Oscar (la prima a 21 anni per Orgoglio e pregiudizio e la seconda nel 2014 per The Imitation Game). Per questo ha fatto molto rumore sentire la star di Pirati dei Caraibi, oggi trentaseienne, che non solo è stata molesta in passato, ma anche che il fenomeno è così diffuso che “praticamente tutte” le donne che conosce hanno avuto brutte esperienze del genere.  

L’attrice britannica ha detto in un’intervista al prossimo numero della rivista Harper’s Bazaar che “tutte” sono state molestate in un modo o nell’altro, che si tratti di palpeggiamenti o di semplici molestie verbali. Una situazione, ha sottolineato, «fottutamente triste».

Alla domanda diretta se lei stessa abbia avuto esperienza di molestie, Knightley ha risposto: «Sì, voglio dire, è capitato a tutte, letteralmente. Non conosco nessuno che non sia stata molestata, palpeggiata, o che sia stata minacciata di morte o di essere picchiata, a tutte è successo».

L’attrice ha confessato di avere cominciato a prendere, come tutte le altre donne, precauzioni per la propria sicurezza, per assicurarsi di tornare a casa senza subire aggressioni, e di farlo automaticamente, «senza neanche pensarci».

Knightley ha raccontato in passato di provare disagio nelle scene di sesso e accusato gli uomini di aspettarsi dalle donne sempre, anche sul set, un atteggiamento seduttivo o materno. In un caso, nel gennaio scorso, aveva detto di essersi ritrovata sul set per una storia di maternità, e di essersi lamentata del fatto che il regista fosse un uomo. 

L’attrice, che ha due figlie, Edie e Delilah, ed è sposata con James Righton, tastierista della rock band Klaxons, ha rinunciato a fare parte della serie tv The Essex Serpent a causa della pandemia. Nell’intervista ha raccontato come ha cercato di migliorare l’umore in famiglia, durante il lockdown: «Abbiamo un trampolino elastico nel nostro giardino, e abbiamo deciso che ci si può salire solo se ci acconciamo in maniera adatta. Così io mi metto il rossetto e ogni capo di Chanel che trovo, e la mia figlia Edie si mette un fiocco Chanel e le ali da fatina dietro la schiena. Ho pensato: a che serve avere quaste cose nell’armadio quando fuori c’è un clima così pauroso e apocalittico? Trovo che sia molto importante mantenere un clima felice, per i propri bambini». La ragione di tanti capi Chanel è semplice: l’attrice è la testimonial ufficiale della maison. 

Ultimo aggiornamento: 14:26 © RIPRODUZIONE RISERVATA