«La Grande bellezza» mai vista
al cinema la versione integrale

ARTICOLI CORRELATI
di Diego Del Pozzo

Tornerà nei cinema italiani per tre giorni, da oggi a mercoledì, in una versione estesa di ben 173 minuti, contenente una mezz'ora di immagini inedite che caricano di ulteriore disincanto lo sguardo del giornalista e scrittore Jep Gambardella sulla società che lo circonda, sui suoi eccessi e sulle sue miserie. Si tratta, naturalmente, di «La grande bellezza», il cult movie del regista napoletano Paolo Sorrentino premiato con l'Oscar 2014 per il miglior film straniero.

La nuova versione aiuta a scavare tra le pieghe del film di allora e integra la visione con nuove sequenze che, in alcuni casi, arricchiscono i bizzarri incontri del personaggio-icona interpretato da Toni Servillo. Come, per esempio, quando Jep intervista un anziano «maestro del cinema», che ha il volto di Giulio Brogi, rievocando con lui un episodio di gioventù, l'accensione del primo semaforo di Milano: «Mi pare», racconta l'anziano maestro nella nuova scena, «che fosse il 12 aprile 1925. Mio padre mi mise sulle spalle perché c'era una gran folla. Ma capisce? Una folla, radunata per vedere un semaforo. Che bellezza! Che grande bellezza!». Tra le altre sequenze di un certo interesse, poi, spicca quella del confronto tra Servillo-Jep e Fiammetta Baralla, nel ruolo della mamma di Ramona, il personaggio interpretato da Sabrina Ferilli.

La versione integrale del film accompagnata dall'hashtag #lagrandissimabellezza. Nel cast, accanto a Servillo, recitano tra gli altri anche Carlo Verdone, Sabrina Ferilli, Carlo Buccirosso, Iaia Forte, Pamela Villoresi, Galatea Ranzi, Roberto Herlitzka, Isabella Ferrari.
 
Lunedì 27 Giugno 2016, 09:06 - Ultimo aggiornamento: 27-06-2016 10:47


QUICKMAP