Morto Rafael Romero Marchent, pioniere spagnolo del genere spaghetti western

Venerdì 14 Febbraio 2020
Morto Rafael Romero Marchent, pioniere spagnolo del genere spaghetti western
Addio a Rafael Romero Marchent, pioniere spagnolo del genere spaghetti western. lI regista, i cui film incontrarono un notevole successo al botteghino nella seconda metà degli anni '60, è morto ieri a Madrid. Aveva 93 anni e l'annuncio della scomparsa è stato dato dall'Accademia del cinema spagnolo. Era il fratello di Joaquín Luis Romero Marchent (1921-2012), anche lui regista di spaghetti western.

All'Ara Pacis un giro nel West di Sergio Leone

Dopo aver iniziato la carriera di attore alla fine degli anni '40 ("Alba di sangue", "Eroi senza gloria", "La leonessa di Castiglia", "Zorro il vendicatore", "Sette ore di fuoco" sono alcuni dei quasi 40 film interpretati), Rafael Romero Marchent esordì alla regia nel 1965 girando in Spagna il suo primo spaghetti western, "Il destino di un pistolero". Fu uno dei primi, considerato che "Per un pugno di dollari" di Sergio Leone è stato girato soltanto un anno prima.

Bud Spencer celebrato in una mostra a Napoli. Dal 13 settembre al Palazzo Reale

Morto George Hilton, star degli spaghetti western

Il successo fu tale che continuò a sfornare un film dietro l'altro, tra cui "Una donna per Ringo" (1966), "Due croci a Danger Pass" (1967), "I morti non si contano" (1968), "Ringo, il cavaliere solitario" (1968), «Ad uno ad uno... spietatamente» (1968), "Garringo" (1969), "Quando Satana impugnò la Colt" (1970), fino all'ultima
pellicola del genere, "Lo irritarono... e Sartana fece piazza pulita" (1970). Il regista agli inizi degli annì 70 iniziò ad imitare anche il genere poliziottesco all'italiana ma dopo due film di scarso successo ripiegò lavorando per la tv spagnola. Ultimo aggiornamento: 13:09 © RIPRODUZIONE RISERVATA