Morto Brian Dennehy: lo sceriffo di Rambo aveva 81 anni. Il dolore di Sylvester Stallone

Venerdì 17 Aprile 2020

E' morto Brian Dennehy, villain per eccellenza a partire del ruolo dello sceriffo William Teasle nel film Rambo (1982) con Sylvester Stallone. Aveva 81 anni e il decesso non è stato causato dal coronavirus ma da cause naturali secondo quanto dichiarato dal suo portavoce.

Abitava nel Connecticut era conosciuto sia nel cinema che nel teatro per la sua abilità di interpretare ruoli da cattivo, Dennehy aveva vinto due Tony Awards, un Golden Globe ed è stato nominato per sei Emmy. Nel 2010 è stato indotto nell'American Theater Hall of Fame.

Rambo è in città: a Roma Sylvester Stallone 

In oltre 40 film ha interpretato un serial killer in To Catch a Killer (1992), uno sceriffo corrotto in Silverado (1985) ma ha anche avuto qualche ruolo da buono come il bartender in 10 (1979) o il leader degli alieni con la testa sulle spalle in Cocoon (1985).

«Il mondo ha perso un grande artista». Sylvester Stallone piange la morte di Brian Dennehy. Stanotte, Stallone ha postato sui suoi profili social un suo messaggio di cordoglio, accompagnato da una foto che lo ritrae con l'attore scomparso proprio su set di 'Rambò. «Il grande attore Brian Dennehy è morto - ha scritto Stallone - Era semplicemente uno splendido interprete. Era anche un veterano del Vietnam che mi ha aiutato moltissimo a costruire il personaggio di Rambo». 

Ultimo aggiornamento: 11:54 © RIPRODUZIONE RISERVATA