Sabra, il web si accende contro la nuova super eroina israeliana: «È insensibile»

Sabra, il web si accende contro la nuova super eroina israeliana: «È insensibile»
Mercoledì 14 Settembre 2022, 14:00
3 Minuti di Lettura

La Marvel porterà sul grande schermo una supereroina israeliana chiamata Sabra, che sarà presente nel nuovo film Capitan America: new world order nelle sale dal 2024. 

Capelli neri e voluminosi, tutina attillata bianca e azzurra e stella ebraica sul petto. Sabra apparve per la prima volta nel 1980 nel fumetto di Hulk, come agente di polizia, la prima agente supereroina, che lavora per i servizi segreti israeliani, chiamati Mossad. 

L'annuncio ha causato, però, grandi ondate di protesta sui social, soprattutto tra i sostenitori pro Palestina:  

Commenta così Yumna Patel su Twitter,  la news director di Mondoweiss che si concentra sulle notizie e le opinioni su Palestina, Istrale e Stati Uniti: «Dire che una supereroina chiamata Sabra è problematica e offensiva per tutti i palestinesi uccisi in Palestina e dispiaciuti dal colonialismo isrealiano è la minimizzazione del secolo». 

E ancora: «Questo è il modo in cui gli arabi sono presentati nella prima apparizione di Sabra nei fumetti Marvel. La parola Palestina non viene mai usata. Un bambino arabo nel fumetto, che è un ladro, bugiardo e illetterato, viene ucciso da bombardieri dal velo nero e così Sabra può piangere su di lui. Letteralmente sparare e piangere propaganda». 

Il personaggio di Sabra sarà interpretato dall'attrice isrealiana Shira Haas

Molti utenti online ritengono che il nome Sabra sia insensibile, considerando i massacri palestinesi nei campi di rifugiati di Sabra e Shatila del 1982. Per ora gli sviluppi di come verrà affrontato il tema del conflitto israelo-palestinese, rimane un'incognita. Bisognerà aspettare l'uscita nel 2024. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA