Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Will Smith e il pugno agli Oscar, il retroscena nell'autobiografia: «È una vita che lotto per non sentirmi un codardo»

Martedì 29 Marzo 2022
Will Smith e il pugno agli Oscar, il retroscena nell'autobiografia: «È una vita che lotto per non sentirmi un codardo»

La madre di Will Smith è ancora sotto choc per il comportamento del figlio alla Notte degli Oscar. Carolyn Smith, 85 anni, vive ancora a Filadelfia, dove è cresciuto il figlio, oggi 53enne. Il padre di Smith, Willard, un alcolizzato violento, ha divorziato da Carolyn nel 2000 ed è morto nel 2016. Carolyn ha detto di aver parlato con l'attore lunedì, nel bel mezzo del dramma, e gli ha detto di riposarsi un po' e di andare in vacanza. «Sono comunque orgogliosa che abbia vinto l'Oscar» ha detto Carolyn.

Will Smith e lo schiaffo agli Oscar: «Chiedo scusa a Chris Rock, la violenza in tutte le sue forme è velenosa e distruttiva»

La rivelazione nell'autobiografia

Ma è proprio nella sua infanzia e nei suoi rapporti familiari che secondo Smith andrebbero ricercate le ragioni del suo scatto d'ira e dello schiaffo dato a Chris Rock.  Nel suo libro autobiografico ha rivelato di essersi sempre sentito un codardo. Vedere suo padre picchiare brutalmente sua madre quando aveva nove anni  e non essere mai intervenuto in difesa della mamma lo ha fatto sentire un vile. Nel libro Smith definisce il padre «Un alcolista violento" e rivela di aver pensato più volte al suicidio per la vergogna. Le ammissioni di Smith in "Will", uscito lo scorso novembre, gettano nuova luce sulle sue azioni agli Oscar che hanno scioccato il mondo.

Oscar, Paolo Sorrentino: «Lo schiaffo di Will Smith? Non l'ho visto, stavo fumando...»

L'ossessione 

Mentre le azioni di Smith di domenica scorsa hanno diviso spettatori e commentatori, le ragioni del suoi scatti d'ira sarebbero evidenti nelle sue memorie. Gli spettatori hanno visto Smith seduto in posizione verticale sulla  sedia, con gli occhi sporgenti dalla rabbia mentre diceva a Rock: «Tieni il nome di mia moglie fuori dalla tua fot...bocca". In "Will", Smith racconta gli episodi di violenza in famiglia e ricorda un episodio orribile quando aveva nove anni: «Ho visto mio padre dare a mia madre un pugno su un lato della testa così forte che è crollata». Ha scritto: «'L'ho vista sputare sangue. Quel momento, in quella camera da letto, probabilmente più di ogni altro momento, ha definito chi sono oggi». In una parte molto rilevante ha proseguito: «In tutto ciò che ho fatto da allora - il premio e i riconoscimenti, i riflettori e l'attenzione, i personaggi e le risate, c'è stata una sottile serie di scuse a mia madre per la mia inazione quel giorno. Per averla delusa in quel momento. Per non aver resistito a mio padre. Per essere un codardo»

 

E' proprio a causa di suo padre scrive l'attore che si è sempre sentito ossessionato dall'idea di deludere le donne che ama. Quando aveva 13 anni suo padre ha picchiato sua madre per l'ultima volta ed è stata una delle due volte nella sua vita in cui ha considerato il suicidio. 

Ultimo aggiornamento: 30 Marzo, 09:42 © RIPRODUZIONE RISERVATA