All I Want for Christmas is You, quanto guadagna (ogni Natale) Mariah Carey per questa canzone cult

Una sola canzone le garantisce circa 2,5 milioni di dollari ogni dicembre, per quanto questa celebre hit, curiosamente, abbia raggiunto la prima posizione in classifica negli Stati Uniti solo nel 2019

All I Want for Christmas is You, quanto guadagna (ogni Natale) Mariah Carey per questa canzone cult
Martedì 6 Dicembre 2022, 13:30 - Ultimo agg. 13:43
3 Minuti di Lettura

Da quando venne pubblicata per la prima volta, 28 anni fa, la canzone «All I Want for Christmas is You» , Mariah Carey guadagna ogni anno, con l’approssimarsi del periodo natalizio, oltre due milioni di dollari. Una cifra considerevole, se si pensa che questo ciclico successo non sembra affievolirsi mai. Il settimanale britannico The Economist è di fatto il primo a fare una stima del guadagno complessivo di quasi trent’anni per quella che è diventata una delle canzoni più ascoltate a dicembre: circa 60 milioni di dollari (fino al 2016, «quindi oggi potrebbero essere almeno 72 milioni» ricorda la rivista Rolling Stones), un’autentica fortuna che anche nel 2022 è pronta a crescere, con la hit stessa che è già tornata a scalare le classifiche mondiali.

L'amore non va in vacanza, arriva il sequel del film: Cameron Diaz, Jude Law e Kate Winslet di nuovo insieme dopo 17 anni

La canzone delle feste

Una sola canzone le garantisce circa 2,5 milioni di dollari ogni dicembre, per quanto questa celebre hit, curiosamente, abbia raggiunto la prima posizione in classifica negli Stati Uniti solo nel 2019. Ora, proprio in questi giorni del 2022, «All I Want for Christmas is You» è tornata nelle top five di tutto il mondo, tra le quali la celebre Us Billboard Hot 100, già dal 30 novembre.  Non appare quindi insolito come la canzone possa aver accostato, o addirittura messo da parte, altre celebri canzoni della tradizione natalizia come «Jingle Bells» e «Tu Scendi Dalle Stelle», anche in Italia, e si è così attestato come uno dei brani singoli più venduti di sempre, anche se inizialmente faceva parte dal quarto album in studio di Carey, «Merry Christmas». Tecnicamente il suo successo è dovuto anche a una virtuosa e moderna combinazione di sonorità varie e insolite di diversi strumenti, come campane tradizionali e sintetizzatori contemporanei. 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA