Anastasio, il trionfo a X-Factor
e la dedica a Diego Maradona

ARTICOLI CORRELATI
di Enzo Gentile

  • 2289
Un minuto di silenzio iniziale per i ragazzi di Corinaldo, morti solo perché volevano ascoltare un po' di musica. Poi i ragazzi di «X Factor» hanno intonato «Heroes», sognando di essere loro - Anastasio, Naomi Rivieccio, i Bowland e Luna - ad essere eroi «just for one day», anzi solo per una notte. Tutto in una notte, o la va o la spacca. Dal cordoglio per una strage stupida come chi spruzza spray al peperoncino bagnando di sangue quella che doveva essere una festa, alla gara, perché lo show doveva continuare, perché al Mediolanum Forum il talent show di Sky viveva una delle finali più strane, arrivata al termine di una delle edizioni più strane, con cambio di giudice/coach in corsa e uno strafavorito (per merito), Anastasio, almeno a sentire i bookmaker, che quando hanno chiuso le scommesse lo davano a 1.40. Per loro la gara sarebbe stata tutta campana: dietro il ventunenne rapper di Meta di Sorrento c'era solo la ventiseienne napoletana Naomi Rivieccio, data a 3.20, staccatissimi gli altri.
E così è andata nella serata condotta con il solito brio da Alessandro Cattelan: primo lui che ha ringraziato Diego Armando Maradona, mostrando il tatuaggio sul petto con il volto del campione argentino, seconda lei, terza Luna, piccola grande donna sarda (ha 16 anni), quarti i Bowland, i primi eliminati dopo la manche dei duetti con Marco Mengoni, che apre la sfilata degli ospiti: TheGiornalisti, Ghali, The Muse.
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO:
  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet
SCOPRI LA PROMO



Venerdì 14 Dicembre 2018, 08:14 - Ultimo aggiornamento: 14-12-2018 12:46
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP