CORONAVIRUS

Noa sostiene l'ospedale di Bergamo: «La musica è la nostra estrema medicina d'amore»

Mercoledì 1 Aprile 2020
La cantante israeliana Noa
Anche la cantante israeliana Noa aderisce all'iniziativa Il jazz italiano per Bergamo, lanciata nei giorni scorsi da I-Jazz insieme a Bergamo Jazz Festival e Fondazione Teatro Donizetti per sostenere tramite l'onlus Cesvi l'ospedale Papa Giovanni XXIII.

Sabato 4 aprile alle 19, Noa trasmetterà un concerto in streaming, con il chitarrista Gil Dor. Il concerto sarà trasmesso anche sui canali social di I-Jazz e dai suoi associati. Già nei giorni scorsi Noa ha espresso su Facebook il suo personale dolore per il dramma che sta vivendo Bergamo, città alla quale è particolarmente legata, per avervi girato nel 2000 il videoclip de
La vita è bella, la canzone scritta da Nicola Piovani per il film di Roberto Benigni: «Ho ancora un ricordo bellissimo di quei giorni trascorsi a Bergamo, anche perché ero in attesa da tre mesi del mio primo figlio, Ayehil, che tra poco compirà 19 anni».

Con un altro video l'artista israeliana ha invitato tutti gli utenti a effettuare una donazione a sostegno dell'opera dei medici dell'Ospedale Papa Giovanni XXIII e ad assistere a questo speciale concerto, realizzato insieme a Gil Dor, suo partner artistico abituale: «La vita è bella rappresenta un punto importante della mia carriera: nei nostri concerti eseguiamo sempre questa canzone. Ora Bergamo sta soffrendo moltissimo e abbiamo quindi deciso di organizzare questo concerto virtuale», ha detto per poi concludere: «La musica è la nostra estrema medicina d'amore».
© RIPRODUZIONE RISERVATA