Catena lancia l’ultimo singolo e si congeda: addio alla versione femminile di Liberato

Martedì 1 Ottobre 2019 di Gennaro Morra
Catena si congeda e lascia la musica
A un anno esatto dall’uscita del suo primo singolo, pubblicato sui diversi social network e accompagnato da un videoclip, Catena lancia il quinto brano e annuncia che probabilmente sarà anche l’ultimo. Nel post comparso giorni fa sulla sua pagina Facebook l’artista ha motivato la sua decisione sostenendo di aver esaurito i contenuti che voleva  comunicare, ma è evidente che il progetto artistico, nato come versione femminile di Liberato, non ha mai raccolto un grande consenso di pubblico.

Infatti, i numeri di Catena, interprete partenopea senza volto, non si sono nemmeno lontanamente avvicinati a quelli fatti registrare dal cantante incappucciato, vero e proprio fenomeno social: poco meno di 600 i followers che la seguono su Facebook, circa 1.800 gli iscritti al canale Youtube, mentre i videoclip più gettonati (“Nun m’aggio scurdat’” e “Caggiafà”, prime due uscite) hanno totalizzato poco più di 100mila visualizzazioni ciascuno. Considerato che i video di Liberato viaggiano su cifre a sei zeri, è palese che il tentativo di sfruttarne la scia e replicarne il successo almeno in parte è miseramente fallito. Ma già l’esordio era stato un flop con quei due titoli che erano chiaramente la risposta alle canzoni di Liberato, tanto che era forte il sospetto che si trattasse di una sorta di spin off dello stesso progetto, e che i fan del cantante avevano accolto con indifferenza. E c’era anche chi li additava come un “pezzotto” malriuscito dei successi firmati dal proprio idolo.
 
A nulla è valso poi il tentativo di emanciparsi, prendere le distanze dal collega che l’aveva ispirata, dichiarando di voler uscire con la propria voce e la propria musica: il terzo e quarto singolo, “Simme” e “Viva”, prodotti in collaborazione con Rubik Beats, hanno raccolto solo qualche migliaia di visualizzazioni sul portale di video sharing. E allora Catena si congeda con quest’ultima canzone, anche questa firmata con Rubik Beats, rilasciata su Youtube e Spotofy in versione solo audio, dichiarando di aver detto tutto quello che aveva bisogno di comunicare: «Avevo delle cose da dire e l’ho fatto. So che molti di voi lo hanno capito, altri no – si legge in un post pubblicato sulla pagina Facebook –. Ora devo andare, ci sono altre strade da percorrere. Le nuvole sul cielo della mia città mi indicano territori nuovi da esplorare. Forse sentirete ancora parlare di me, forse no». E continua: «Ma resteranno le canzoni, una voce che ha voluto aprirvi una porta. Un cuore. Ecco, vi lascio il mio cuore nella voce, con questo ultimo pezzo». Poi conclude, citando il titolo dell’ultimo brano: «E tutto finisce così come era iniziato. Con una Storia d’ammore. Vi amo! Grazie a chi mi ha seguito, a chi mi ha tenuto compagnia fin qui. Facit’ ‘e brav’».
Ultimo aggiornamento: 22:28 © RIPRODUZIONE RISERVATA