Nino D’Angelo e Gigi D’Alessio, rinviati i concerti: «Scusate, avevamo litigato»

Locandina dell'evento Figli di un re minore di Nino D'Angelo e Gigi D'Alessio
di Gennaro Morra

1
  • 679
La voce girava da mesi ma ora la notizia è certa: “Figli di un re minore”, i tre concerti che Nino D’Angelo e Gigi D’Alessio dovevano tenere all’Arena Flegrea tra il 21 e il 23 giugno sono stati rinviati a settembre. Il comunicato ufficiale parla di problemi organizzativi, ma sono molti a sospettare che dietro questo rinvio “annunciato” ci sia altro e che in realtà tra tre mesi ci sarà un’altra posticipazione, se non addirittura l’annullamento definitivo. Perché pare che il motivo vero delle tre date rimandate a dopo l’estate sia che l’idillio tra i due artisti, che li aveva portati a concepire questo progetto, sia finito e che non abbiano più voglia di esibirsi insieme.
 
Ma queste sono solo indiscrezioni che corrono veloci sui social network e sulle onde radio. Nella nota diffusa poche ore fa i due cantautori si appellano a generiche ragioni legate all’organizzazione: «Per motivi organizzativi è stato rinviato al 20, 21 e 22 settembre il concerto “Figli di un re minore” con Gigi D’Alessio e Nino D’Angelo, inizialmente previsto per il 21, 22 e 23 giugno all’Arena Flegrea di Napoli – si legge in un post pubblicato sulla pagina Facebook dell’ex caschetto d’oro della musica napoletana –. I numerosi fan che hanno accolto con entusiasmo l’evento e che hanno già acquistato i biglietti dovranno quindi attendere ancora per vedere i due grandi artisti sul palco». E continua: «I biglietti già acquistati sono validi per le nuove date (nello specifico il biglietto acquistato per il 21 giugno sarà valido per lo show del 20 settembre, il biglietto acquistato per il 22 giugno sarà valido per lo show del 21 settembre, mentre il biglietto per il 23 giugno sarà valido lo show del 22 settembre)».
 

Ovviamente i fan hanno accolto con molta delusione l’annuncio. E in tanti stanno protestando per una decisione comunicata troppo a ridosso dell’evento: «Non siete seri, a 10 giorni dall’evento e i soldi del volo e dell’albergo? Quelli chi me li restituisce? Avete perso entrambi di credibilità, avete perso un fan che sicuramente chiederà il rimborso e non ne vorrà più sapere di voi», scrive Marco commentando il post di Nino D’Angelo. Anche Ylenia è arrabbiata con il suo idolo: «Sono 23 anni che ti seguo e ne ho 29. Ti ho seguito una vita e fatto anche sacrifici per seguirti. E questo che stai facendo non va bene. Ho detto tutto. Non merita manco una parola di più questo post». Rabbia e delusione contraddistinguono anche il commento di Francesca: «Può succedere un problema, per carità, ma questa notizia girava già da un po'. Non pensate alla gente, non pensi al tuo popolo, non è vero quello che dici sempre. Siamo buoni solo per far numero». Ma sono davvero tanti gli utenti del social network che in queste ore stanno esprimendo il loro dissenso verso una decisione, quella di rinviare l’evento appena dieci giorni prima della data fissata, che ha mandato all’aria i piani di molti spettatori, soprattutto di quelli che sarebbero arrivati da fuori regione.
 


E la risposta dei due cantautori non si è fatta attendere: un’ora fa, sempre sulla pagina di D’Angelo è apparso un video di scuse. Nino e Gigi ammettono che avevano litigato e che hanno rimesso a posto le cose solo un 20 giorni fa, un tempo troppo breve per realizzare un grande spettacolo, com’è nelle loro intenzioni. Perciò danno appuntamento ai fan a settembre e promettono che, qualsiasi cosa accada, le tre serate all’Arena Flegrea non saranno rinviate, né tanto meno annullate.
 
Martedì 11 Giugno 2019, 16:21 - Ultimo aggiornamento: 11-06-2019 21:25
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
1 di 1 commenti presenti
2019-06-11 18:29:02
D'Angelo tanto quanto si può apprexzare per il suo percorso artistico, ma il marito della Tatangelo dovrebbe confinarsi all'interno del Castello di Don Antonio e da li non uscire mai...

QUICKMAP