Eminem in ginocchio contro il razzismo sul palco del Super Bowl

Lunedì 14 Febbraio 2022
Eminem in ginocchio contro il razzismo sul palco del Super Bowl

La foto ha già fatto la storia e il video è diventato trending topic sui social. Eminem, il "bianco" re del genere più afroamericano per eccellenza, l'hip hop, si è inginocchiato contro il razzismo durante la sua esibizione al Super Bowl, l'attesissima finale del campionato di Football americano, tra gli eventi più seguiti del mondo. 

Un tributo potente e una sfida aperta lanciata ai manager della National Footbal Legue che gli avevano chiesto di evitare il gesto. La Lega, infatti, è sotto accusa per razzismo a causa del basso numero di allenatori di colore.

Nel palco più importante d'america, durante l'intervallo del super match fra i Los Angeles Rams e i Cincinnati Bengals, il rapper si è messo in ginocchio per dimostrare la sua solidarietà nei confronti di Colin Kaepernick, il giocatore di football di San Francisco che 5 anni fa aprì la strada alla protesta nello sport contro la brutalità della polizia,rifiutando di alzarsi nel momento in cui risuonava l'inno nazionale. il gesto è stato uno dei momenti più intensi dello show, nel mezzo di un'esibizione da brividi con una coreografia straordinaria. 

Sul palco le star del rap, il genere più amato dagli afroamericani 

Accanto a Eminem sul palco si sono esibiti i grandi dell'hip hop americano Dr. Dre, Snoop Dogg, Kendrick Lamar e Mary J. Blige. Una parata di star che insieme hanno vinto un totale di 44 Grammy, gli Oscar della
musica. Il genere scelto è proprio il rap e l'hip hop, il più popolare tra gli afroamericani, una decisione non casuale della NFL mirata proprio ad allontanare le accuse di razzismo.

 

 

Ultimo aggiornamento: 17:20 © RIPRODUZIONE RISERVATA