Sanremo 2020, Amadeus: «Frasi sessiste su Francesca Sofia Novello? Io frainteso, mi dispiace»

Giovedì 16 Gennaio 2020
​Sanremo, Amadeus: «Frasi sessiste? Io frainteso, mi dispiace»

Subito una gaffe a Sanremo 2020. «Mi dispiace che sia stata interpretata malevolmente la mia frase, sono stato frainteso». Amadeus all'agenzia Ansa prova a gettare acqua sul fuoco della polemica sollevata dalle parole che ha rivolto - durante la conferenza stampa di Sanremo - a Francesca Sofia Novello, fidanzata di Valentino Rossi, una delle donne che condivideranno con lui il palco.

LEGGI ANCHE Sanremo 2020, Amadeus: «Leotta, Bellucci e Rodriguez: ecco le mie 10 prime donne»

Presentandola ha detto di «averla scelta per la bellezza, ma anche per la capacità di stare accanto a un grande uomo, stando un passo indietro». Affermazioni che hanno incendiato i social, con il moltiplicarsi di accuse di superficialità e di sessismo. «Quel passo indietro - spiega Amadeus - si riferiva alla scelta di Francesca di stare fuori da riflettori che inevitabilmente sono puntati su un campione come Valentino.

LEGGI ANCHE Sanremo con Mara Venier sul palco, tra gli ospiti le fidanzate di Valentino Rossi e Cristiano Ronaldo
 


«Abbiamo assistito a uno spettacolo indecente. È già altamente discutibile che, nel 2020, la conduzione del Festival di Sanremo continui a prevedere la formula del presentatore uomo attorniato da giovani donne con il ruolo esclusivo di »vallette«: che tutto questo venga accompagnato, in conferenza stampa, da osservazioni sessiste, è davvero inaccettabile». Lo afferma Monica Cirinnà, senatrice del Pd.

LEGGI ANCHE Sanremo 2020, da Michelle Obama a Francesca Sofia Novello: è toto-donne

«Una donna - prosegue - può essere definita e lodata, ancora, solo per la sua bellezza, o per l'uomo con cui condivide la vita, o peggio ancora per la sua remissività nel fare un passo indietro di fronte al successo del compagno? Il servizio pubblico ha il preciso dovere di garantire che il linguaggio pubblico - e la sostanza delle cose - siano rispettosi della parità di genere. Chiedo all'Ad della Rai Salini di tutelare le professioniste che ha ingaggiato, donne brave e preparate, con un valore autonomo e proprio. Salini, che non governa la Rai, governi almeno un conduttore - anche se di punta e ben rappresentato - prendendo le distanze da queste affermazioni così gravi. Mi piacerebbe sapere anche cosa ne pensa Lucio Presta che cura professionalmente gli interessi di Amadeus».

Ultimo aggiornamento: 18:15 © RIPRODUZIONE RISERVATA