Morto Franco Gatti dei Ricchi e Poveri, aveva 80 anni. La band: «Se ne va un pezzo della nostra vita»

Franco Gatti, morto il componente dei Ricchi e Poveri: aveva 80 anni
Franco Gatti, morto il componente dei Ricchi e Poveri: aveva 80 anni
Martedì 18 Ottobre 2022, 10:19 - Ultimo agg. 19 Ottobre, 12:24
4 Minuti di Lettura

È morto a Genova Franco Gatti dei Ricchi e Poveri, aveva 80 anni. Da anni era ormai lontano dal gruppo, dal quale si era allontanato dopo la morte del figlio Alessio nel 2013. «È andato via un pezzo della nostra vita. Ciao Franco», dice la band. 

La malattia e i funerali

«Le sue condizioni di salute si sono complicate nelle ultime settimane», fanno sapere fonti vicine alla famiglia. «I funerali saranno giovedì a Genova», aggiungono le stesse fonti. Luogo e orario non sono ancora noti.

Storico volto del gruppo nato negli anni sessanta, in televisione aveva più volte raccontato del dolore per la morte improvvisa del figlio. «I miei colleghi e amici continuano a lavorare. Io mi sono fermato perché non salivo più con gioia sul palco» aveva detto Franco Gatti. Nel 2020 a Sanremo i Ricchi e Poveri erano saliti sul palco dell'Ariston con Amadeus per una reunion del quartetto.

Franco Gatti e la morte del figlio

Franco Gatti non si era mai ripreso dalla morte del figlio Alessio, a soli 23 anni, causata da un cocktail fatale di alcol e droga avvenuta il 13 febbraio del 2013, proprio nel giorno in cui i Ricchi e Poveri avrebbero dovuto esibirsi sul palco dell'Ariston, in una delle edizioni condotte da Fabio Fazio. Naturalmente l'esibizione fu cancellata, dopo che il giovane fu trovato senza vita nel suo appartamento di Capolungo a Nervi. E proprio ad Alessio era stata dedicata l'ultima intervista televisiva che Franco Gatti aveva rilasciato nell'ottobre del 2019 a Caterina Balivo per il programma "Vieni da me". «Mio figlio beveva, beveva e beveva. Ed è stata anche un po' la sua disgrazia», aveva detto Gatti. Che aveva chiarito anche le circostanze della morte di Alessio, parlando di una «prima assunzione» di un cocktail di alcool ed eroina, che gli aveva procurato un infarto fatale. «Ha fatto una cazzata, la prima della sua vita, con gli stupefacenti e in un momento in cui non stava bene. E l'ha pagata così», aveva detto il cantante, sottolineando che il ragazzo aveva una dipendenza da alcol ma non dalla droga.

Video

Franco Gatti e l'addio ai Ricchi e Poveri

Si era congedato dalla band dopo un concerto a Mosca. L'addio ai suoi storici compagni di viaggio Angela Brambati e Angelo Sotgiu era nato per dedicarsi completamente alla famiglia dopo il gravissimo lutto. Per cinquant'anni hanno calcato i palchi di tutto il mondo con i brani storici «Sarà perché ti amo», «Che sarà», «Se m’innamoro» e «Voulez vous danser». Nati alla fine degli anni sessanta (ufficialmente nel 1968) furono notati da Franco Califano, che diventò il loro produttore. Inizialmente il gruppo era formato da due voci maschili (lui e Angelo Sotgiu) e due femminili (Angela Brambati e Marina Occhiena). Nel 1978 avevano rappresentato l’Italia all’Eurovision Song Contest con «Questo amore» e avevano preso parte più volte al Festival di Sanremo, ottenendo il secondo posto nel 1970 e nel 1971 e il primo nel 1985 con «Se m’innamoro». 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA