Jovanotti, la malattia della figlia a Domenica In: «Teresa ha avuto un momento di difficoltà, ma è stata strepitosa»

Domenica 10 Aprile 2022
Jovanotti a Domenica In

Lorenzo Jovanotti Cherubini è ospite di Mara Venier a Domenica In. Il cantautore si è raccontato a tutto tondo, dagli esordi nella musica alla sua passione per la bicicletta, fino alla famiglia e ai viaggi in giro per il mondo. Mara Venier ha dedicato una parentesi del racconto anche a Teresa, la figlia 23enne di Jovanotti, che ha sconfitto un tumore. Lorenzo ne ha parlato così: «Teresa ha avuto un momento di difficoltà qualche mese fa e ha dimostrato una forza... È stata strepitosa». Lorenzo Cherubini ha parlato a Mara Venier anche di suo padre: «In uno di questi viaggi ho incontrato un uomo che era identico al mio babbo, lo stesso piglio burbero... Il mio babbo, solo un po’ più piccolo e ci ho passato un pomeriggio insieme. Mi piace pensare che il mio babbo adesso sia in Cile e gestisca un alberghetto sulla strada».

Francesco Facchinetti: «Ho un disturbo della personalità narcisistica. Da un anno vado dalla psicologa»

 

Jovanotti, chi è la figlia Teresa? Il racconto della malattia

Teresa Cherubini lo scorso anno ha raccontato sui social il suo percorso di guarigione dal linfoma di Hodgkin: «Dopo mesi di ansie e paure la storia è finita, e posso raccontarla, perché da ieri, 12 gennaio 2021 sono ufficialmente guarita. Per un certo verso il cancro è una malattia molto solitaria, ma il supporto di chi ti sta vicino è fondamentale per superarla, io non ce l'avrei fatta senza di loro. La paura non è andata via, e ci vorrà del tempo perché possa fidarmi di nuovo del mio corpo, ma non vedo l'ora di ricominciare a vivere».

«Tutto è iniziato ad agosto del 2019 con uno prurito alle gambe. Non ci ho dato peso pensando che sarebbe andato via con il tempo, ma non è stato così. I mesi passavano e non faceva che peggiorare. A giugno 2020 si era sparso per tutto il corpo, non riuscivo a dormire più di un paio d'ore a notte, avevo la pelle piagata. Quando mi si é ingrossato un linfonodo sono il braccio ho capito che era qualcosa di più serio e questo ha portato finalmente ad una diagnosi e ad un piano di cure».

Teresa racconta di aver fatto «6 cicli di chemioterapia» all'Istituto Europeo di Oncologia a Milano, che non le hanno fatto cadere i capelli del tutto. «Ma il 9 dicembre dopo l'ultimo trattamento ho deciso di rasarmi come segno di un nuovo inizio», aggiunge, ringraziando tutti i medici e gli infermieri che l'hanno seguita, amici e parenti, e soprattutto i suoi genitori.

Ultimo aggiornamento: 11 Aprile, 18:08 © RIPRODUZIONE RISERVATA
Potrebbe interessarti anche
caricamento