Clementino: «La vita è una tarantella ma il rap mi ha salvato»

di Federico Vacalebre

Masaniello/Clementino è tornato: «Io sono tra gli ultimi superstiti di una grande generazione/ stavo vomitando dopo la tua esibizione/ Ti ho visto in televisione/ ma quale condivisione/ avete rovinato una rap generazione» spara veloce e feroce in «Ghandi», il brano che apre il suo nuovo, ottimo, album, molto più di un dissing contro i trapper arrembanti, quasi un manifesto, di stile hip hop, ma anche politico: «Rispetto gli uomini che vanno a donne/ rispetto le donne che vanno a uomini/ rispetto gli uomini che vanno a uomini/ rispetto le donne che vanno a donne/ contrario agli uomini che picchiano donne/ contrario alle donne che picchiano uomini/ ma ancora non ho idea su donne e uomini/ che vanno a Uomini e donne... Sono Gandhi fuori/ E vafammocca dentro».

Un flow da killer, ma anche pagine introspettive, inattese, Clemente.
«Sto bene, mi sono ripulito e ho avuto il tempo per fare un disco come va fatto, senza fretta, ho scelto tra una settantina di tracce. Ci sono brani divertenti e cose più serie, persino dark».

Partiamo dal titolo.
«Ancora un titolo riferimento alla nostra cultura partenopea, giocando con il doppio significato, quello della danza del morso della taranta e quello delle tarantelle/guai che dobbiamo affrontare ogni giorno».

«Cimitile pareva infinito/ nu futuro ca nun è garantito/ e vuleve cagna' chesta vita/ fra' mo nun ce crero ca c'aggia riuscito». La vita è stata una tarantella anche per te.
«Sì, non scordo da dove vengo e il successo non basta, anzi: quando hai preso una macchina vuoi la moto, quando hai preso la moto vuoi... e finisci per confondere il giorno con la notte, il lavoro con la festa. L'hip hop mi ha salvato, sono un ragazzo cresciuto nella provincia in cui non c'è niente, se non fossi stato sempre un fessacchiotto chissà che fine avrei potuto fare. Nel non luogo dove sono cresciuto, dove oggi cerco di essere un punto di riferimento, il rap mi ha permesso di diventare qualcuno, invece di essere uno dei tanti nessuno».

CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO:
  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet
SCOPRI LA PROMO



Sabato 4 Maggio 2019, 10:05
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

QUICKMAP