Morgan disperato: «La mia casa svenduta all’asta. Dormirò sul marciapiede come un cane»

Morgan (Instagram)
1
  • 424
“La mia casa è stata svenduta all’asta. Sembra che nessuno riconosca l’artisticità di questo luogo”, doveva lasciare la casa lo scorso 30 aprile, ma poi la data per Morgan si è spostata al 5 giugno. In quel giorno sarà senza dimora: “Questa casa è l’unica che ho e me la sono pagata con i risparmi ricavati dalle serate come pianista e cantante che ho iniziato a fare regolarmente due o tre giorni alla settimana a sedici anni, mentre andavo al liceo. Questa casa ha la mia anima. Trovo pazzesco non avere la possibilità di poter rimediare...”.




Tutto è nato per i mancati alimenti versati alle figlie Anna Lou e Lara: “Vengo trattato alla stregua di un assassino a cui viene tolta la libertà per sempre – ha raccontato in un'intervista “Libero” -  Vorrei chiedere scusa alle persone a cui ho fatto del male. Ma vorrei chiedere un’ultima possibilità per poter recuperare la mia casa. Non la lascerò facilmente, anche se il 5 dovrebbero arrivare i Carabinieri. Questa casa è la mia storia, non posso immaginare che sia stata svenduta in un’asta giudiziaria”.

Gli amici vorrebbero fare una colletta per ricomprarla del possibile acquirente, ma lui nel mentre è pronto a tutto: “Se il 5 giugno verranno a sbattermi fuori andrò in mezzo alla strada. Ma dormirò sul marciapiede davanti alla mia casa come un cane che non vuole abbandonare la propria dimora. Nella mia casa c’è tutta la mia vita, umana e professionale. Strumenti, opere, emozioni: io non la lascerò mai. E’ la casa che voglio che poi venga data alle mie figlie, che devono sapere cosa era il loro papà. Non esiste luogo migliore che la propria dimora per far conoscere la propria personalità”.

Lunedì 27 Maggio 2019, 19:32 - Ultimo aggiornamento: 27-05-2019 19:38
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
1 di 1 commenti presenti
2019-05-28 08:52:24
Beh, dormi come meriti!

QUICKMAP