Addio Masekela, padre dell'afrobeat

Hugh Masekela al Pan di Napoli
Il leggendario trombettista, cantante e compositore sudafricano Hugh Masekela, considerato uno dei
padri della musica afro-jazz, è morto a 78 anni a causa di cancro alla prostata. Lo ha reso noto la sua famiglia attraverso Twitter.
«Un baobab è caduto, la nazione ha perso un musicista eccezionale», ha detto il ministro della cultura sudafricano Nathi Mthethwa, paragonando il musicista al monumentale albero. «Hugh è stato uno dei grandi architetti dell'afro-jazz e ha sollevato gli spiriti della nostra nazione attraverso la sua musica senza tempo», ha aggiunto.
Masekela, ex compagno di Mirian Makeba, per tre decenni ha dovuto vivere in esilio a causa dell'apartheid. E' stato autore di successi come "Stimela" o "Bring back Nelson Mandela", che divenne un inno per la liberazione
dell'attivista poi leader e quindi presidente. Anche l'attuale leader sudafricano, Jacob Zuma, ha sottolineato l'attivismo di Masekela affermando che «ha mantenuto viva la fiamma della libertà combattendo
l'apartheid in tutto il mondo attraverso la sua musica».
Il musicista si era esibito a Napoli Il 2 novembre 2014 con un concerto al teatro Mediterraneo nell'ambito del Forum delle culture
Martedì 23 Gennaio 2018, 14:54 - Ultimo aggiornamento: 23-01-2018 14:54
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

QUICKMAP