Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Napoli, le canzoni di E. A. Mario raccolte in un cofanetto da Luca Napolano

Giovedì 17 Febbraio 2022
Napoli, le canzoni di E. A. Mario raccolte in un cofanetto da Luca Napolano

Canzoni senza tempo, poesie e musiche che da Napoli sono entrate nel DNA degli italiani, in nome di un poeta che evoca sempre patriottismo e impegno civile: E. A. Mario, autore tra l'altro de "La leggenda del Piave", inno di una Italia unita che dopo le amarezze di Caporetto riuscì, con la perizia e l'impegno del generale napoletano Armando Diaz, a trovare forza e determinazione per ricacciare lo straniero oltre i confini naturali dell'Italia. E alcune melodie di E. A. Mario, al secolo Giovanni Gaeta, sono state raccolte in cofanetto da Luca Napolano, cantante e attore bravissimo che ha messo in piedi un progetto per riscoprire radici, canzoni e tradizioni artistiche napoletane.

Un cofanetto, in vendita anche su Amazon, presentato in un programma condotto dal giornalista Franco Buononato negli studi di Campania Felix con decine di artisti che hanno voluto applaudire Luca Napolano per l'importante lavoro sul patrimonio lasciato da E. A. Mario. Tutto si è svolto nella massima sicurezza anti Covid. Moltissimi i messaggi video inviati, tutti molto applauditi. Ad aprire la serata proprio Luca Napolano con "Tre napule" e subito dopo ha cantato Paolo Cuccaro con "'O vascio". Poi è stata la volta dei videomessaggi, a cominciare da quello di Catello Maresca, pm anticamorra, attualmente consigliere comunale di Napoli. Parole toccanti, quelle di Maresca, che si è soffermato sulla bravura di Luca Napolano ma anche sul ruolo dell'arte, della cultura e delle radici per disegnare una società più giusta e regno di legalità.

A seguire sono giunti i messaggi dell'attore Corrado Taranto, del cabarettista Ernesto Cataldo, grande imitatore, che ha "portato" in studio la voce di Luciamo de Crescenzo. Di forte spessore gli ospiti in studio, dal direttore artistico Pasquale Capasso, all'attrice e musicista Agnese Laurenza, al musicista e docente di tammorra Romeo Barbaro, a Lidia Ferrara, attrice che ha recitato anche con il grande Eduardo, a Tonia Madonna che in portoghese ha cantato "Canzona appassiunata" proprio per "certificare" il valore senza confini di E. A. Mario. E poi ancora il  cabarettista de la "Sberla", Daniele Napoleone, e i Panama, Lorenzo e Marcello, che hanno eseguito una struggente "Santa Lucia luntana". Federica Savarese e Paolo Cuccaro si sono quindi esibiti con "Dduie paravise". Infine il videomessaggio di Patrizio Rispo, celebre attore di "Un posto al sole" e sempre in prima linea per battaglie di legalità e solidarietà. E poi c'è stato lui, Luca Napolano, che ha dato prova del suo talento con importanti canzoni di E. A. Mario, a cominciare da "O festino". Una manifestazione di grande valore artistico che è volata sulle immortali ed emozionanti note della "Leggenda del Piave".

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA