Paura per Zappulla, il siciliano di cantaNapoli è ancora in coma farmacologico a Castel Volturno

1
  • 621
CantaNapoli trattiene il respiro per il ragazzo della Giudecca, Carmelo Zappulla, il siracusano che con Nino D'Angelo fu tra i padrini del filone neomelodico partenopeo, ricoverato con un quadro clinico estremamente grave, ma stazionario, nella struttura sanitaria di Castel Volturno. Sessantatre anni, il cantante è ricoverato in terapia intensiva e tenuto dai medici in coma farmacologico da due giorni, dopo un intervento chirurgico reso necessario per un infarto intestinale.

Domenica il ricovero a Pineta Grande: «Se non operiamo immediatamente rischia il decesso», l'immediata reazione dei medici alla situazione, che da allora ha dato segni di piccoli miglioramenti. In apprensione la moglie del cantante e i tre figli, una coppia di gemelli e una ragazza, da vent'anni residenti a Ischitella.

Già nel 2008 non era stato bene, ricoverato d'urgenza per un attacco di cuore presso il secondo policlinico di Napoli.
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO:
  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet
SCOPRI LA PROMO



Mercoledì 14 Novembre 2018, 07:00 - Ultimo aggiornamento: 14-11-2018 07:08
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
1 di 1 commenti presenti
2018-11-14 14:50:10
speriamo che ci arripiglia, un grande attore di cinema e teatro è l'ultimo rappresentante vivente del teatro napoletano

QUICKMAP