Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Pino Daniele, doppia festa a Napoli nel giorno del compleanno: arrivano Ron, Biondi e Negrita

Martedì 15 Marzo 2022 di Stefano Prestisimone
Pino Daniele, doppia festa a Napoli nel giorno del compleanno: arrivano Ron, Biondi e Negrita

L'antica casa dove le zie Lisa e Bianca lo hanno cresciuto è a pochi passi, così come la stradina che gli è stata dedicata, via Pino Daniele. Diventa quasi fisiologica la scelta di presentare la settima edizione di «Je sto vicino a te» contrassegnata dal numero 67 (gli anni che il cantautore avrebbe compiuto), nella chiesa di Santa Maria La Nova. L'omaggio, quest'anno affidato alla direzione artistica di Giorgio Verdelli, vede al centro il fratello del Nero a Metà, Nello Daniele, con la produzione di Rino Manna. Appuntamento, come sempre, il 19 marzo al Palapartenope, giorno del compleanno-onomastico del Lazzaro Felice, anticipato la sera prima da «Pino Daniele Opera» al Trianon: Paolo Raffone, Rosario Jermano, Roberto Giangrande, Jerry Popolo accompagnano la voce solista di Michele Simonelli e un ensemble cameristico alle prese con superclassici danieliani.

Scaletta segreta per «Jo sto vicino a te», «perché così creiamo un po' di attesa», spiega Verdelli, che annuncia un docufilm con inserti su Raitre in onda durante le feste di Pasqua. «Date e orario verranno comunicate nei prossimi giorni», annuncia il direttore dei Centro di produzione di viale Marconi, Antonio Parlati. Ingresso gratuito con inviti da ritirare al Palapartenope o sul suo sito, o su quello del Comune. Tornano dalle scorse edizioni del memorial Raiz, Peppe Barra, Tony Esposito, Andrea Sannino, Maurizio De Giovanni, Francesco Baccini, prima volta per Enzo Gragnaniello, Ron (protagonista di un tour con Pino, Mannoia e De Gregori), Cristina Donadio, Negrita, La Nina, Remo Anzovino, Saturnino, Sandro Ruotolo, sul palco musicisti danieliani doc come Gigi De Rienzo, Ernesto Vitolo, Antonio Annona, Adriano Pennino, Tony Cercola. In scena anche la nipote dell'Uomo in Blues, Loredana: «Vogliamo accompagnare per mano la platea nel cantare le canzoni di Pino. Negli anni scorsi abbiamo avuto l'aiuto del Comune, quest'anno c'è la Regione», ricorda Nello. «Finalmente abbiamo il pubblico, dopo due edizioni condizionate dal Covid, una solo on line, e l'altra a porte chiuse», rilancia Manna. «È bello far parte di questa due giorni», commenta Marisa Laurito, «con la serata che proponiamo al Trianon, dialogo tra voci e strumenti». «Daniele è uno degli elementi identitari di Napoli, della Campania, del Sud», sintetizza il governatore Vincenzo De Luca

© RIPRODUZIONE RISERVATA