La band salernitana Yosh Wale vince il Premio Buscaglione 2018

La formazione campana si aggiudica il primo posto dell'ambita rassegna musicale
di Luca Visconti

Primo posto alla quinta edizione del Premio Buscaglione per gli Yosh Whale, progetto che mischia sonorità elettroniche, R’n’B e soul. Oltre al titolo di “Next Big Thing”, i salernitani si sono aggiudicati un mini-tour in nove dei festival partner delal kermesse e l’opportunità di entrare nella compilation dell’etichetta discografica La Tempesta.

Il gruppo è nato nel 2016 dalle menti di Vincenzo Liguori e Andrea Secondulfo cui, dopo poco, si aggiungono Ludovico Marino e Sam De Rosa, creando un melting pot di stili: quadrati nei picchi di intensità, morbidi nelle chiusure più espressive. L'anno scorso viene pubblicato autoprodotto il primo Ep “Yawn”: nei testi, in lingua italiana, si parla di stati d'animo e mentali e di vite di periferia. Vincitori della rassegna, ora si preparano al grande passo per entrare nello spietato music business. E a sponzorizzare la loro musica c'è anche Ufo degli Zen Circus, che ha commentato il loro trionfo (la finale si è tenuta all'Hiroshima Mon Amour di Torino): «Approvo la vittoria degli Yosh Whale perché sono un tentativo coraggioso di fare un genere che non so quanto il pubblico sia pronto a ascoltare. Un soul bianco che ricorda ad esempio Edda, un sound particolare che spero venga apprezzato».
Domenica 8 Aprile 2018, 13:14
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP