Avitabile e gli Avion all'Ariston
con la Moka di Mesolella

Sabato 10 Febbraio 2018 di Federico Vacalebre
Daby Tourè, Enzo Avitabile e gli Avion Travel

C'erano gli Avion Travel al completo, ieri sera, all'Ariston, al fianco di Enzo Avitabile e di Daby Tourè per rileggere in chiave world music «Il coraggio di ogni giorno»: e già era un bel (ri)vedere quella foto di gruppo che allineava Ferrucco Spinetti, Mario Tronco, Peppe D'Argenzio, Peppe Servillo, Mimì Ciaramella, più la new entry Duilio Galioto. Già, perché rispetto a quel Sanremo 2000 in cui la piccola grande orchestra casertana vinse Sanremo con «Sentimento» manca, e quanto, Fausto Mesolella.

Nel Festival degli omaggi una parola, un ricordo del grande chitarrista, non avrebbe stonato, anzi in rete molti ne lamentano l'assenza. Servillo & Co, però, avevano portato in scena Faustone come potevano, come volevano, senza retorica, fedeli al loro stile insieme asciutto e sentimentale: sul palco c'era la sua Moka, la sua macchinetta del caffè inseparabile quasi quanto la Insanguinata, la sua chitarra capace di suonare fino a farci (ri)fiorire. L'abbiamo vista in centinaia di post di Mesolella, ad iniziare le giornate, l'abbiamo rivista, confusi e straniti, ma non infelici. «Il coraggio di ogni giorno» ci viene anche da gesti così.

Ultimo aggiornamento: 17:13 © RIPRODUZIONE RISERVATA