Il coraggio di Avitabile:
da Sanremo al San Carlo

Sabato 10 Febbraio 2018 di Enzo Avitabile
Enzo Avitabile

La canzone è passata, nel senso che è arrivata, ormai Peppe Servillo ed io ne siamo certi, i feedback sono chiari, arrivano da tutta quell'Italia che è pronta a cantare con noi «Il coraggio di ogni giorno», l'ordinaria forza della gente comune.

Stasera l'ultima esibizione, poi questa canzone dovrò portarla in giro, metterla al centro dei miei concerti, nelle feste di piazza come nelle sale da concerto sinfonico. Già, perché il coraggio che serve a me è quello di chi resta lo stesso che era prima di venire al Festival, che torna a Marianella per occuparsi della mensa per chi ne ha bisogno, che se ha conquistato un po' di visibilità in più la vuole mettere a disposizione di chi ne ha bisogno. Se Napoli chiama Avitabile risponde, ora più di ieri.

Continuo sulla mia strada, appena tornato mi regalerò qualche giorno di pausa, qualche coccola con gli amici di sempre, e poi subito al lavoro. Da Sanremo al San Carlo: sono fiero di essere stato chiamato per il venerdì santo, con il mio progetto per voce recitante e orchestra tra Haydn e Mozart

Ultimo aggiornamento: 13:52 © RIPRODUZIONE RISERVATA