Sanremo 2020, Amadeus si commuove: «Non fate così, io ho 57 anni». Rai esulta: raccolti 37 milioni

Domenica 9 Febbraio 2020

Amadeus commosso non riesce a trattenere le lacrime: «Non fate così, io ho 57 anni». 
Il direttore artistico del Festival di Sanremo all'indomani della finale non può che essere orgoglioso e soddisfatto del lavoro svolto: ascolti record per tutte le serate, «record del millennio» per dirla con le parole del direttore di Rai1 Stefano Coletta, e raccolta pubblicitaria per la Rai pari a 37 milioni 7mila euro. Senza considerare la soddisfazione di aver condotto il festival con al fianco l'amico di una vita, Fiorello

Leggi anche > Sanremo 2020, Fiorello e Amadeus festeggiano così. Le parole di "Ciuri" per l'amico non lasciano dubbi

«Sono l'uomo più felice del mondo. Perché è vero che ho realizzato un sogno e tutto quello che è accaduto, è quello che io volevo realizzare fin da agosto. È stata un scommessa perché il numero 70 imponeva di fare qualcosa di diverso, di speciale. La Rai mi ha dato totale fiducia e io credo di aver ripagato questa fiducia». Amadeus si commuove in Sala Stampa tracciando così il primo bilancio del suo Sanremo, accompagnato da un nuovo record d'ascolti nella finale.

Leggi anche > Sanremo 2020, vincitore spoilerato. Fiorello: «Una cosa riprovevole. Forse una ritorsione»

Per Amadeus è stato impossibile nascondere l'emozione, e così durante la conferenza stampa finale del festival di Sanremo, si è abbandonato a qualche lacrima appena trattenuta. «Non fate così, io ho 57 anni e si sa che con l'età si diventa più sensibili», ha detto Amadeus ai giornalisti della sala stampa che si sono alzati in piedi per un lungo applauso. 
 


Da Sanremo a San Siro. Il day after di Amadeus si tinge di neroazzurro. Il presidente di Rai Pubblicità, Antonio Marano, per ringraziare il conduttore e direttore artistico di un festival che ha registrato un record di oltre 37 milioni di raccolta pubblicitaria (con un'impennata del 18% sull'anno scorso), gli regala un pallone dell'Inter autografato dalla squadra. «Questo mi fa molto felice, anche perché sto andando a San Siro», dice Amadeus, svelando che lascerà Sanremo in tempo per arrivare a Milano e seguire allo stadio il derby Inter-Milan alle 20.45.
 
 
 

Ultimo aggiornamento: 10 Febbraio, 08:25 © RIPRODUZIONE RISERVATA