Famiglie d'arte: il teatro napoletano perde a 76 anni Anna Fiorelli

Anna Fiorelli con Luca De Filippo in
  • 396
Si svolgeranno oggi, alle 17.30 nella chiesa di Maria santissima della pazienza alla Cesaria, nella sua Napoli, i funerali di Anna Fiorelli, all'anagrafe Calleo, morta ieri a 76 anni.

La Fiorelli faceva parte di una storia famiglia d'arte del teatro popolare partenopeo: moglie di Antonio Buonomo, era figlia di Pasquale Calleo e Nunzia Fumo e nipote della grande Nuccia Fumo, a sua volta figlia di quell'Eugenio che fondò la storia compagnia Cafiero-Fumo.

Era cresciuta sulle tavole del palcoscenico, Anna, iniziando dalla sceneggiata, e poi proprio nella storica palestra della Cafiero-Fumo, prima di arrivare a corte di Eduardo De Filippo, nella cui compagnia militò sette anni, e poi nella Stabile del Sannazaro, con Luisa Conte e Nino Taranto («Arezzo 29» tra i suoi successi personali), quindi con Luca De Filippo («Le bugie con le gambe lunghe»). Tra i suoi spettacoli più recenti il tentativo di revival della sceneggiata di Antonio Ottaiano («Lacreme napulitane», «'E figlie so' piezz 'e core» e «Dal re a me»).

Tanti i messaggi di cordoglio in rete da parte di amici e colleghi, ma anche di tante persone semplici che aveva fatto ridere e commuovere con la sua arte scenica figlia di altri tempi.
Domenica 19 Maggio 2019, 12:06 - Ultimo aggiornamento: 19-05-2019 13:02
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP