Da Secondigliano a Danzinfiera,
Loffredo protagonista a Firenze

di Emanuela Sorrentino

Ha coronato un altro sogno, dopo quello che l’ha portato a guidare l’associazione Danzanima di Secondigliano: essere uno dei docenti a Danzainfiera, il più grande ed originale evento fieristico dedicato alla danza e al ballo in programma per il dodicesimo anno consecutivo a Firenze. Nino Loffredo, torrese che vive a Volla, è arrivato a questo traguardo grazie al lavoro e alla passione che mette in ogni giorno della sua attività e, nonostante la giovanissima età (ha solo 27 anni) è diventato uno dei punti di riferimento dell’Acsi (associazione centri sportivi italiani).

Oggi si prepara – con i colleghi dell’associazione – alla kermesse in Toscana in programma dal 22 al 25 febbraio. Con una certezza: la sua lezione del 23 febbraio ha già esaurito i posti disponibili. Un risultato che equipara Nino Loffredo ai grandi maestri Acsi come Alessandra Frigerio, Maria Rosaria Vitolo e del referente principe dell’associazione Dino Carano, che dalla loro hanno ovviamente anni di esperienza a questi livelli.

«Debuttare a Danzainfiera - spiega Loffredo - è senza dubbio una bellissima soddisfazione, come quella legata al lavoro quotidiano all'associazione Danzanima, la scuola di danza di Secondigliano di cui sono direttore e insegno danza moderna e contemporanea, con docenti professionisti per danza classica e hip hop. Porterò sicuramente un po' di napoletanità all'interno della prestigiosa rassegna».
Lunedì 12 Febbraio 2018, 12:36
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP