Gf Vip, Alfonso Signorini chiede scusa a Marco Bellavia: «È colpa anche mia che non mi sono accorto della tua sofferenza e dei medici»

Gf Vip, Alfonso Signorini chiede "scusa" a Marco Bellavia: «È colpa anche mia che non mi sono accorto della tua sofferenza e dei medici» Foto Uff stampa Endemol Shine Italy
Gf Vip, Alfonso Signorini chiede "scusa" a Marco Bellavia: «È colpa anche mia che non mi sono accorto della tua sofferenza e dei medici» Foto Uff stampa Endemol Shine Italy
Lunedì 3 Ottobre 2022, 22:07 - Ultimo agg. 4 Ottobre, 12:53
3 Minuti di Lettura

Quinta puntata del Gf Vip. E' la serata della verità sul caso Marco Bellavia. E la produzione è pronta a prendere provvedimenti importanti verso diversi vipponi. Sabato l'ex conduttore di Bim bum Bam ha varcato la porta rossa del loft di cinecittà per tornare a casa sua. Gli sono bastati 11 giorni per capire che non ce l'avrebbe fatta a rimanere ancora lì dentro. Ha chiesto aiuto agli altri togliendosi ogni maschera e denunciando i suoi problemi di salute mentale. Ha parlato di depressione e ansia, ma il gruppo lo ha emarginato. 

Gf Vip, Marco Bellavia abbandona la casa: «Si tratta di ansia e paura». L'ira del web: «È stato costretto perché è stato bullizzato»

Signorini chiede scusa a Bellavia

«Marco Bellavia ha manifestato un disagio, una fragilità psicologica che si è andata gravando nei giorni che ci ha colti all'improvviso che ci ha spiazzati e che ha trovato il pubblicvo in squadra con lui. - chiede scusa così Alfonso Signorini a Marco Bellavia -  lui solo contro gli altri della casa. Una storia che non ha vincitori ma solo perdenti, ora si devono prendere le loro responsabilità. E' stato messo in atto dai vipponi un comportamento orrendo fatto di egoismo e indifferenza al dolore che lascia sgomenti. La colpa è anche nostra perchè non ci siamo accorti della sua sofferenza. Non me ne sono accorto io neanche nei due provini. La colpa è di chi da un punto di vista medico non ha capito i suoi problemi. Così abbiamo inserito lui in questo programma che non ha fatto altro che acuire il suo disagio che altro non ha fatto che isolarlo. Lui ci guarda e lo salutiamo, “Ciao Marco”. Stasera non può essere in studio per ovvie ragioni e speriamo verrà presto, coinvolge i concorrenti verso i quali sarannp presi provcvedimenti gravi. Il dolore di marco è il dolore di tutti»

© RIPRODUZIONE RISERVATA