Alvise Rigo, dal bullismo all'incidente sul campo da gioco: «Non ero più come prima...»

Sabato 15 Gennaio 2022
Alvise Rigo (Foto: Instagram)

Alvise Rigo ospite di “Verissimo” di Silvia Toffanin su Canale 5. Alvise Rigo dopo un incidente ha dovuto abbandonare il mondo del rugby, per diventare prima modello e poi protagonista del piccolo schermo con l’ultima apparizione a “Ballando con le stelle” di Milly Carlucci.

 

 

Alvise Rigo (Foto: Instagram)

 

 

Alvise Rigo ospite di “Verissimo”

 

 

Alvise Rigo ospite di “Verissimo” di Silvia Toffanin su Canale 5. Alvise Rigo ha dovuto abbandonare il mondo del rugby per un incidente, per diventare poi modello e  protagonista del piccolo schermo. Da piccolo è stato vittima di bullismo: «Il bullismo - ha spiegato - è una parola molto grossa, crea distanza fra le persone e quando ti chiudi non riesci più ad affrontare le esperienze. Io sono nato piccolo, venivo preso un po’ in giro e messo da parte ma quello mi ha dato una spinta. Era un bullismo che nasceva e finiva a scuola o sul campo, per fortuna non c’erano i social. Ho avuto dei genitori molto presenti, mia madre è stata una professoressa di educazione fisica. A un anno ho corso la mia prima maratona con mio padre in passeggino, a tre ho debuttato sulle piste di sci. Mia mamma all’inizio mi ha iscritto a ginnastica artistica e le sono grato. Poi ho fatto calcio, nuoto, sono cresciuto a approdato al rugby».

 

Nel mentre ha svolto diversi lavori: «Ho fatto il cameriere a 16 anni, poi giocando a rugby mi sono rotto la caviglia e mi hanno spostato in pizzeria. Poi barman, buttafuori e alla mostra del cinema di Venezia ho iniziato a fare l’autista. Di li ho fatto altre esperienze e ho avuto la possibilità di operare come tour manager con grandi nomi con Kendall Jenner, Clint Eastwood, Carlo Verdone…».

 

 

Alvise Rigo a "Ballando con le stelle" (Foto: Instagram)

 

 

Nel 2018 un brutto incidente ha cominciato a complicare la sua carriera di rugbista: «Ho subito un impatto testa contro testa. Ho fratturato il setto frontale e avevo già rotto il naso. Ho rischiato un’operazione che si chiama scalottamento ed è molto complicata e pericolosa. Sono stato fermo tre mesi, ho fatto diverse analisi, poi per altri tre ho provato a rientrare in campo non ero più come prima. Dopo altri 8 mesi sono tornato in campo e ho di nuovo fratturato la caviglia. Ho deciso di smettere».

 

Alvise Rigo è attualmente single: «C’è stato l'amore, ho avuto le mie esperienze. E’ un periodo difficile, ho passato da solo le mie quarantene cercando una buona compagnia.. In questo momento però sono impegnato nel mio percorso, in caso arrivasse qualcosa sono pronto, ma è un amore che mi deve completare in maniere indipendente dalla mia vita».

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Potrebbe interessarti anche
caricamento