Barbara De Rossi a Verissimo: «Da piccola un uomo mi si avvicinò bloccandomi con la macchina»

Sabato 23 Gennaio 2021
Barbara De Rossi a Verissimo: «Quando ero piccola un uomo mi si avvicinò bloccandomi con la macchina, ho avuto un'adolescenza terrificante»

Barbara De Rossi a Verissimo: «Quando ero piccola un uomo mi si avvicinò bloccandomi con la macchina, ho avuto un'adolescenza terrificante». L'attrice, ospite da Silvia Toffanin, racconta un aneddoto della sua infanzia che ha influenzato gli anni dell'adolescenza. Poi si commuove parlando della mamma, persa molto giovane a causa della malattia. Infine, l'augurio che sua figlia Martina trovi la sua serenità. 

 

L'attrice ha iniziato a lavorare nel cinema molto giovane, ma nella sua famiglia erano gelosissimi. Il padre la seguiva sul set e anche i suoi fratelli non la perdevano di vista. Quando era bambina ha rischiato di essere aggredita da uno sconosciuto: «Io tornavo da scuola, abitavo a Rimini, e dovevo fare 300-400 metri per tornare a casa. Si avvicinò con la macchina un uomo. Cercava di bloccarmi con la macchina». Riuscì a scappare, ma raccontò tutto in famiglia. «Per anni fui accompagnata a scuola dai miei fratelli e da un pastore tedesco preso apposta da mio padre. Ho fatto un'adolescenza terrificante, ero troppo soffocata. Papà era molto severo».

 

«Mia madre si è ammalata a 47 anni, se n'è andata troppo presto. Avevo l'età di mia figlia adesso, 25 anni, e ho dovuto fare a meno di lei. L'ho accudita fino alla fine. Quando se ne stava andando mi disse ‘Se papà non trova un’altra donna, trovategliela voi', racconta. Poi commossa aggiunge: «Mi disse 'Mi raccomando non mi cambiare mai’».

© RIPRODUZIONE RISERVATA