Barbara D'Urso e la violenza contro le donne: «Tacendo non aiutate i vostri uomini che vi picchiano»

Barbara D'Urso
L'impegno per contrastare la piaga della violenza contro le donne e l'importanza di adottare provvedimenti efficaci in materia. Sono i temi al centro di un approfondimento di gnews - giustizia newsonline, il quotidiano del ministero della Giustizia. Nell'intervista a Barbara D'Urso, la nota conduttrice televisiva racconta del suo impegno sul tema: «Da undici anni dico alle donne che subiscono maltrattamenti che devono denunciare e scappare da uomini violenti. Lo devono fare per loro stesse ma anche per i partner. Purtroppo alcune vittime di violenze si convincono che, rimanendo accanto al marito o al compagno violento, possono guarirlo. Non è così».

«Quegli uomini - continua D'Urso - devono essere curati da personale preparato a farlo. Noi non possiamo cambiarli. Anche se dopo le botte si mettono in ginocchio, baciano i piedi, chiedono scusa e promettono che non lo faranno più. Non è vero. Picchieranno di nuovo. E non parlo solo di fidanzate, mogli e compagne. Spesso anche le madri subiscono le violenze dei figli». Per la protagonista della fiction Dottoressa Giò, che affronta anche il problema della violenza di genere, il Codice Rosso, realizzato dal ministro Bonafede insieme al ministro Giulia Bongiorno, per accelerare i tempi di risposta della giustizia dopo la denuncia, può essere «un provvedimento utilissimo, da adottare assieme a molti altri».
Sabato 9 Febbraio 2019, 18:15 - Ultimo aggiornamento: 09-02-2019 20:47
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

QUICKMAP