Beppe Fiorello, la dedica al papà insieme al fratello Rosario: «Morì in macchina, solo»

Martedì 12 Gennaio 2021

Beppe Fiorello e il fratello Rosario hanno condiviso un momento molto intimo e commovente nel corso dello show “Penso che un sogno così” di Rai 1 dell'attore. Beppe aveva anticipato che ci sarebbe stato un momento molto intimo e inedito e così è stato quando i due fratelli hanno ricordato il padre morto a causa di un infarto. 

Nicola Fiorello è morto a 58 anni nel 1990 a causa di un infarto avuto mentre era in auto. «Carnevale era il suo giorno preferito», ha esordito Beppe, «E come ogni anno aveva organizzato una festa per tutti. E con mia madre ballava e ballava... distribuiva baci anche alle altre signorine, ma sempre con garbo. Poi disse 'vado in macchina, prendo le sigarette e torno'. Aveva parcheggiato la sua auto in una vita stretta e buia del mio paese... proprio lì. Poca luce e nessuno in giro per poterlo aiutare. Fu trovato così: con la cravatta slacciata, le mani sulla testa. E un col sorriso sulle labbra: era felice». 

Video

I due fratelli hanno voluto omaggiare la memoria del papà con una canzone di Modugno, uno dei suoi brani preferiti, ovvero Tu si na cosa grande. Rosario è salito sul palco indossando la divisa da militare del papà e le loro voci hanno commosso il pubblico. Poi durante la canzone Beppe ha aggiunto: «Io sono certo che mio padre durante il tragitto dalla sala da ballo alla macchina, cantò una canzone: 'Tu si na cosa grande'. Io e mio padre ci siamo voluti veramente bene».

© RIPRODUZIONE RISERVATA