Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

C'è posta per te, Pio e Amedeo: «Belen ha ricominciato il giro e Fedez ci ha cancellato»

Sabato 19 Febbraio 2022
C'è posta per te, Pio e Amedeo: «Belen ha ricominciato il giro. Fedez ci ha cancellato...». Poi chiama Raoul Bova

A C'è posta per te arrivano Pio e Amedeo, che intrattengono il pubblico televisivo del programma di Maria De Filippi con un lungo siparietto e le battute dissacranti che li contraddistinguono. Esordiscono parlando di Belen Rodriguez e Stefano De Martino e Fedez, i personaggi con cui in passato c'erano state delle polemiche. «Stefano De Martino? Belen ha ricominciato il giro e Fedez ci ha cancellato dai social...». Poi interviene al telefono Raoul Bova. 

Video

 

In realtà il duo è ospite del programma per un altro motivo: inviare l'invito a Pasquale Iannuzzi, l'attore pugliese che aspetta ancora ottomila euro da Raoul Bova. Tutto è nato dopo un esilarante provino a "Felicissima Sera", la trasmissione di Pio e Amedeo. «Per fare un film ci vogliono tanti soldi, ho fatto il calcolo e ci vogliono almeno ottomila euro... Mi piacerebbe che Bova venisse a fare il padre della figlia di cui mi innamoro», la richiesta di Iannuzzi, mentre Pio e Amedeo facevano firmare a Bova l'assegno.  

 

 

Raoul Bova a questo punto interviene al telefono a C'è posta per te: «Non ho dato gli ottomila euro perché voi non mi avete pagato». In assenza dell'attore, Pio e Amedeo chiamano l'attore di Gomorra Salvatore Esposito. «Li voglio da Raoul Bova», spiega Iannuzzi prima di incontrare l'interprete napoletano. 

 

Ultimo aggiornamento: 21 Febbraio, 13:29 © RIPRODUZIONE RISERVATA
Potrebbe interessarti anche