Fabio Canino ricorda Raffaella Carrà: «Era la soubrette della porta accanto»

Martedì 19 Ottobre 2021
Il giurato di Ballando con le stelle, ospite nel salotto di Rai 1, racconta il rapporto speciale con Raffaella Carrà

Fabio Canino, ospite a Oggi è un altro giorno, racconta a Serena Bortone lo speciale rapporto con Raffaella Carrà e l'emozione provata durante la prima cena fatta con la showgirl e Gianni Boncompagni: «Dovevo farmi vedere a mio agio, ma in realtà guardavo tutto quello che faceva la Carrà. Se mangiava, mangiavo anch’io. Quando ha smesso di mangiare, ho smesso anch’io, poi a casa ho proseguito la cena perché avevo fame!».

 

 

Leggi anche - Francesca Neri a Ti sento con Pierluigi Diaco: «Non so se farò ancora l'attrice». La drammatica rivelazione

 

Il giurato di Ballando con le Stelle ha ricordato Raffaella Carrà, deceduta il 5 luglio scorso, che per lui rappresenta un mito, definendola «la soubrette della porta accanto». «Da bambino - racconta -, m’immaginavo che era la vicina che bussa alla porta, apri e c’è lei con le sue spalline che dice: ho finito il sale. La guardavo il sabato sera dopo Carosello».

 

E proprio in virtù della stima per la Carrà, Canino ha deciso di studiare recitazione, dedicandole poi lo spettacoloFiesta”, scritto con Roberto Biondi e Paolo Lanfredini. Nel musical tre amici si incontrano tutti gli anni il 18 giugno, data di nascita di Raffaella, dando una festa. Inaspettatamente anche Raffaella Carrà si presentò a teatro a vedere lo spettacolo: «Riservò tutto il teatro per sé e i suoi amici, c’erano Sergio Japino, Gianni Boncompagni, Marisa Laurito… E volle pagare i biglietti». 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA