Fiorello e il decreto Rave: «Fermate le riunioni di condominio»

Fiorello e il decreto Rave: «Fermate le riunioni di condomio»
Fiorello e il decreto Rave: «Fermate le riunioni di condomio»
Mercoledì 2 Novembre 2022, 16:52 - Ultimo agg. 4 Novembre, 08:56
3 Minuti di Lettura

Lo stop ai rave? «Fermate le riunioni di condominio, quelle sì che sono pericolose». Nella rassegna stampa del mattino su Instagram - un allenamento verso il ritorno in tv, dal 7 novembre su RaiPlay e dal 5 dicembre su Rai2 con 'Viva Rai2' - Fiorello non si lascia sfuggire «la notizia del giorno», le prime misure varate dal nuovo governo. «Anche noi siamo passibili di denuncia, siamo una decina», ironizza parlando con gli amici del bar. «Dovete essere chiari: chi scrive che lo stop riguarda solo i rave, chi ipotizza che non ci si possa più radunare in assemblea». E chiosa: «Con tutti i problemi che abbiamo, il gas, l'elettricità, le pensioni... questa è una strategia di 'depistaggiò, serve a spostare l'attenzione. E invece bisogna parlare dei problemi della gente».

Nel giorno dedicato ai defunti, «è la festa del Pd», scherza Fiorello, lo showman torna anche sul ponte sullo stretto di Messina: «Facciamolo un bel pontaccio, ma prima in Sicilia ci vogliono le strade». C'è spazio per l'omaggio a Gigi Proietti, a due anni dalla morte, per i 60 anni di Ciccio Bello e Diabolik («se li porta meglio Ciccio Bello»), per il 'sotto-sottosegretariò alla Cultura Morgan «che ora può decidere di cose importanti, tipo Sanremo. Per esempio lo può chiudere: Amadeus, occhio, c'è Morgan, un pò risentito per il bughismo». E poi il reintegro dei medici no vax, suor Maria che compie 107 anni e Julia Roberts che ha raccontato che alla sua nascita la famiglia di Martin Luther King pagò il conto dell'ospedale: «Anche la mia famiglia, quando sono nato, non aveva i soldi per pagare l'ospedale. Sapete chi pagò? Pippo Baudo!». 

© RIPRODUZIONE RISERVATA